CRISI LEGAPRO

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty CRISI LEGAPRO

Messaggio  In The Main il Ven Nov 26, 2010 8:28 am

CAOS LEGAPRO: a rischio 40 squadre!
L'estate 2010 - torrida dal punto di vista dei bilanci delle società di Serie B e soprattutto Lega Pro - non sarà l'ultima a lasciare pesanti segni sul calcio italiano. Come riporta oggi il Corriere dello Sport, al momento attuale sarebbero ben 40 le compagini di Terza Serie con grosse problematiche economiche. E' già arrivata la prima ondata di penalizzazioni (Cavese e Villacidrese hanno subito un -5 a inizio novembre, ma anche club più blasonati sono stati colpiti come Spal e Salernitana), ma - da quanto emerge dallo studio portato avanti dal quotidiano sportivo la situazione è vicina a esplodere, una volta ancora.

tuttomercatoweb.com



Ultima modifica di In The Main il Gio Giu 30, 2011 2:33 pm, modificato 1 volta
In The Main
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  bender il Ven Nov 26, 2010 11:32 am

MORIREMO TUTTI!!!!!
bender
bender
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 3158
Data d'iscrizione : 15.06.08
Età : 43
Località : Andria - Bari

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  Onore_NBG il Ven Nov 26, 2010 11:21 pm



ODIO IL CALCIO MODERNO... COME DICE UNA CANZONE DI CESARE CREMONINI:".....DA QUANDO BAGGIO NON GIOCA PIU NON E PIU DOMENICA..."

MEDITATE GENTE MEDITATE
Onore_NBG
Onore_NBG
Timoniere
Timoniere

Numero di messaggi : 218
Data d'iscrizione : 30.10.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  In The Main il Gio Giu 30, 2011 2:32 pm

UFFICIALE: il Gela non si iscrive. Società in liquidazione senza debiti

La Società Gela Calcio SpA informa tutti gli sportivi gelesi che NESSUNO ha mostrato il benché minimo interesse a rilevare e/o aiutare e/o sostenere la Società per iscriverla al prossimo campionato di calcio professionistico di Prima Divisione della Lega Pro, pertanto oggi nessuna domanda di iscrizione potrà essere presentata in Lega.

Inoltre si comunica che la Società Gela Calcio SpA ha già provveduto ad onorare tutti gli impegni economici con tutti i propri tesserati, calciatori e tecnici, per tutte le spettanze a saldo fino al 30/06/2011.

Infine, si comunica, che nei prossimi giorni la Società Gela Calcio SpA verrà posta in liquidazione e che si è già provveduto alla nomina dei seguenti Avvocati per difendere i propri interessi in tutte le sedi istituzionali:

- Avv. Gioacchino Marletta - Aspetti Civilistici
- Avv. Flavio Sinatra - Aspetti Penali
- Avv. Eduardo Chiacchio - Aspetti Legali presso la Lega Pro e la Figc

tuttolegapro.com
In The Main
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  NBG Milano il Gio Giu 30, 2011 6:52 pm

Anche il MATERA non si è iscritto al campionato di legapro
NBG Milano
NBG Milano
Primo Ufficiale
Primo Ufficiale

Numero di messaggi : 876
Data d'iscrizione : 06.08.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  Massimein il Ven Lug 01, 2011 6:44 am

NBG Milano ha scritto:Anche il MATERA non si è iscritto al campionato di legapro

Stu cà! Fecero tanto per essere ripescati lo scorso anno.
Massimein
Massimein
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3140
Data d'iscrizione : 16.06.08
Età : 38

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  In The Main il Ven Lug 01, 2011 8:04 am

Colpo di coda Tuccio: Gela iscritto in Lega Pro

Colpo di coda del presidente del Gela, Angelo Tuccio, che ieri in extremis ha iscritto la squadra al prossimo campionato di Prima Divisione. Decisivi per il cambio di rotta le rassicurazioni ricevute dall'europarlamentare Crocetta e dal sindaco Fasulo, ma soprattutto il grande amore di Tuccio per la sua creatura. "Abbiamo presentato in extremis l’iscrizione al campionato, ma senza la fidejussione - ha dichiarato a GolSicilia.it -. Entro il 12 luglio bisognerà regolarizzare tutto, pagando l’Iva oltre che la fidejussione. Cosa posso dire ai tifosi? Ho fatto questo per amore del Gela, non potevo permettere che il calcio sparisse. Adesso i tifosi hanno 12 giorni per fare vedere quanto tengono a questa squadra e spero che stiano vicini, perché è anche grazie al loro contributo che ora stiamo parlando di questo. Io rimanere presidente? No, lo escludo categoricamente".

tuttolegapro.com
In The Main
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  Massimein il Ven Lug 01, 2011 9:15 am

In The Main ha scritto:Colpo di coda Tuccio: Gela iscritto in Lega Pro

Colpo di coda del presidente del Gela, Angelo Tuccio, che ieri in extremis ha iscritto la squadra al prossimo campionato di Prima Divisione. Decisivi per il cambio di rotta le rassicurazioni ricevute dall'europarlamentare Crocetta e dal sindaco Fasulo, ma soprattutto il grande amore di Tuccio per la sua creatura. "Abbiamo presentato in extremis l’iscrizione al campionato, ma senza la fidejussione - ha dichiarato a GolSicilia.it -. Entro il 12 luglio bisognerà regolarizzare tutto, pagando l’Iva oltre che la fidejussione. Cosa posso dire ai tifosi? Ho fatto questo per amore del Gela, non potevo permettere che il calcio sparisse. Adesso i tifosi hanno 12 giorni per fare vedere quanto tengono a questa squadra e spero che stiano vicini, perché è anche grazie al loro contributo che ora stiamo parlando di questo. Io rimanere presidente? No, lo escludo categoricamente".

tuttolegapro.com

Ma veramente??? Twisted Evil Twisted Evil
Massimein
Massimein
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3140
Data d'iscrizione : 16.06.08
Età : 38

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  In The Main il Ven Lug 01, 2011 1:31 pm

Lega Pro, il punto sulle iscrizioni in 1^ Divisione

Chi rivedremo in campo anche nel prossimo campionato? Ecco il punto per quanto riguarda le iscrizioni alla prossima stagione di Prima Divisione:

SORRENTO: il presidente Mario Gambardella ha provveduto a depositare in Lega la fidejussione e tutta la regolare documentazione per l’iscrizione della squadra al prossimo campionato di Lega Pro 2011/2012.

ALESSANDRIA: nella mattinata di giovedì presso gli uffici di Firenze della Lega Pro e della Co.vi.soc sono stati depositati tutti i documenti utili all'iscrizione della società al campionato di Prima Divisione 2011/2012..

SALERNITANA: il segretario D'Ambrosio ha presentato la domanda di ammissione al campionato corredata dal deposito della tassa d'iscrizione (35mila euro), senza depositare la fideiussione di 600mila euro a garanzia dell'iscrizione. Entro il 6 luglio la società deve riuscire a ricapitalizzare, ma partirà comunque con una penalizzazione.

SPEZIA: nella giornata di martedì si è provveduto all'espletamento di tutti gli adempimenti previsti dalla normativa per il rilascio delle Licenze Nazionali per la stagione 2011-2012.

LUMEZZANE: nessun problema per il club bresciano che ha provveduto all'iscrizione alla prossima stagione.

REGGIANA: regolarmente depositata entro i termini utili tutta la documentazione richiesta per l'ammissione al Campionato Professionistico di Lega Pro Prima Divisione 2011-12. Della documentazione fa parte anche il rinnovo, da parte della Commissione Provinciale di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, della licenza di agibilità dello stadio Giglio, con la capienza di 20.084 spettatori.

COMO: sono state espletate le formalità relative all'iscrizione al campionato 2011/12 Lega Pro Prima Divisione, attraverso il pagamento di emolumenti, imposte, Enpals, Fondo Fine Carriera a tutto l'aprile 2011 e la consegna della documentazione necessaria alla Lega Italiana Calcio Professionistico, alla Co.vi.so.c, alla Commissione Criteri Sportivi e ai Criteri Infrastrutturali e con il versamento degli assegni circolari relativi alle quote e tasse di iscrizione. Per quanto attiene la fidejussione bancaria, che avrebbe dovuto essere depositata entro giovedì, non vi è stata possibilità di reperirla a causa del mancato perfezionamento di pianificate operazioni finanziarie, ma verrà comunque depositata nei termini che concederà la Co.vi.so.c.

SPAL: la Spal prenderà regolarmente parte al prossimo campionato di Prima Divisione. La società ha depositato giovedì in Lega Pro tutta la documentazione richiesta per l’iscrizione. La domanda di partecipazione è stata presentata a Firenze unitamente alla fideiussione da 600mila euro prevista a titolo garanzia.

CREMONESE: non ci sono problemi di sorta per quanto riguarda il club grigiorosso, che si è iscritto regolarmente al prossimo campionato.

BASSANO VIRTUS: la squadra virtussina sarà regolarmente ai nastri di partenza della prossima stagione, avendo provveduto all'iscrizione regolarmente.

PAVIA: giovedì la società ha provveduto a depositare in Lega la fidejussione e tutta la documentazione in regola per l'iscrizione al campionato di Lega Pro Prima Divisione per la stagione 2011/2012.

PERGOCREMA: la società è stata regolarmente iscritta e anche la fidejussione di 600mila euro è stata depositata, ma Bucci non è più intenzionato a proseguire nella sua avventura e non ha garantito che si farà carico anche della gestione.

RAVENNA: il Ravenna ha presentato nella giornata di giovedì la domanda di ammissione al campionato di Prima Divisione 2011/12, corredata dalla relativa tassa d’iscrizione e della richiesta di Licenza Nazionale. La domanda di ammissione, che ad oggi si presenta incompleta in alcune parti, verrà perfezionata entro i primi giorni della prossima settimana.

BENEVENTO: tutto in regola in casa dei giallorossi, che hanno regolarmente presentato la documentazione necessaria per l'iscrizione al prossimo campionato.

ATLETICO ROMA: il ds Giuffrè ha negato che la squadra traslochi a Pomezia, ma ha confermato le difficoltà legate alla mancanza di agibilità del "Flaminio". Il segretario dei biancoblù Nunzi si è recato a Firenze per consegnare la domanda di iscrizione al prossimo campionato. Fin qui nulla da eccepire, se non che la domanda sarebbe incompleta. Oltre ad aver presentato solo la ricevuta di 31mila euro, il minimo indispensabile per dare continuità al progetto calcistico, mancherebbe comunque l'indicazione dell'impianto in cui la squadra giocherà. A questo punto la via più percorribile, dopo l'iscrizione con riserva, sarà quel­la di completare la procedura entro il termine improrogabile del 12 luglio: da ciò scaturirà un punto di penalizzazione da scontare nella prossima stagione.

TARANTO: iscrizione regolare per la squadra di patron D'Addario.

FOGGIA: Il Foggia ha presentato entro i termini tutta la documentazione richiesta per l'iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro Prima Divisione. L'Amministratore Unico Sergio Leoni ha infatto consegnato tutto il necessario all'ufficio preposto.

LUCCHESE: il segretario Benedetti e Paolo Gianni hanno presentato la domanda di iscrizione al prossimo campionato di Prima Divisione.

VIRTUS LANCIANO: non pare siano sorti problemi di sorta per l'iscrizione degli abruzzesi della presidentessa Di Maio.

SIRACUSA: il Siracusa ha formalizzato giovedì l’iscrizione al prossimo campionato di Prima Divisione. Il segretario Galizia ha depositato la documentazione inerente l’iscrizione al campionato nazionale professionistico di Prima Divisione. Presso la sede della Co.vi.so.c., invece, è stata inoltrata la documentazione inerente gli aspetti amministrativi e fiscali.

PISA: Il Pisa ha completato giovedì l'iter per l'iscrizione al prossimo campionato di Prima Divisione. La società nerazzurra ha risposto in modo positivo alle richieste e alle verifiche degli organi competenti.

BARLETTA: il Barletta è stato il primo ad aver regolarizzato la propria posizione per la nuova stagione 2011/2012. Già lunedì 20 giugno aveva presentato presso gli uffici della Lega Pro di Firenze tutta la documentazione utile per l'iscrizione al prossimo campionato di Prima Divisione.

GELA: nonostante nella mattinata di giovedì fosse stato emanato un comunicato in cui si diceva che nessuno aveva mostrato il benché minimo interesse ad aiutare il Gela per l'iscrizione al prossimo campionato di calcio professionistico di Prima Divisione della Lega Pro, pertanto giovedì nessuna domanda di iscrizione era stata presentata in Lega, alla fine ancora una volta il presidente Tuccio, all’ultimo momento utile, ha messo mano al portafoglio iscrivendo la squadra, depositando l’assegno di 32 mila euro in Lega, con la relativa domanda d’iscrizione..

ANDRIA BAT: l'Andria ha depositato la domanda di iscrizione al prossimo campionato (2011/12) di Prima Divisione della Lega Pro. L'iscrizione è avvenuta con due giorni di anticipo rispetto alla scorsa stagione a conferma della diligenza e della determinazione della società andriese.

FOLIGNO: è stata consegnata nella serata di giovedì a Firenze la documentazione necessaria per l'iscrizione al prossimo campionato di Prima Divisione, stagione sportiva 2011-2012, richiesta dalla Lega Pro, contenente anche assegni circolari e fidejussione.

VIAREGGIO: il Viareggio ha consegnato nella mattinata di giovedì negli uffici della Lega Pro a Firenze tutta la documentazione necessaria all’iscrizione al campionato 2011/2012 di Prima Divisione.

FROSINONE: dopo aver annunciato Sabatini, non sarebbero sorti problemi per l'iscrizione alla prossima stagione.

PIACENZA: il presidente Garilli in un primo momento aveva deciso di abbandonare il mondo del calcio: ha atteso invano che qualche imprenditore si proponesse per avviare un progetto condiviso di successione e di passaggio delle consegne, ma nessuno ha bussato alla sua porta. Garilli non se l'è però sentita di pregiudicare l'aspettativa di moltissimi tifosi e con l'aiuto della Banca di Piacenza ha fatto in modo che la società fosse nelle condizioni di poter richiedere l'iscrizione alla Lega Pro. La società è priva dei debiti più significativi. E' stata ottenuta la fidejussione richiesta dalla Lega Italiana Calcio Professionistico.

TRIESTINA: il presidente Stefano Fantinel ha confermato l'iscrizione ma la società è in vendita.

PORTOGRUARO: nessun problema per i veneti appena retrocessi dalla Serie B. L'iscrizione alla prossima stagione dovrebbe essere regolare.

TRITIUM: l'amministrazione comunale di Monza ha permesso alla Tritium di ottenere il visto di agibilità del "Brianteo" e quindi lo scoglio riguardante lo stadio è stato ampiamente superato. Non dovrebbero esserci quindi problemi di sorta riguardo l'iscrizione.

LATINA: Il Latina si è regolarmente iscritto al campionato di Prima divisione e lo ha fatto con un giorno di anticipo rispetto al termine del 30 giugno indicato dalla Lega Pro.

CARPI: il Carpi ha adempiuto alle ultime formalità per l'iscrizione al campionato: un fascicolo che comprende il deposito delle fidejussioni e l'indicazione del campo di gara che sarà il "Giglio" di Reggio Emilia (è arrivata anche la firma del Prefetto). Anche se l'impianto è fuori provincia (quindi non in linea con le disposizioni federali) e il Carpi dovrà fare ricorso, che sarà accettato ma costerà qualche migliaio di euro.

TRAPANI: nella mattinata di martedì il Segretario della società ha provveduto a depositare presso la Lega Pro a Firenze la documentazione occorrente per iscrivere il Trapani al Campionato di 1^ Divisione della stagione 2011/2012. Nei giorni precedenti era stato provveduto a depositare presso la Commissione Criteri Infrastrutturali e la Commissione Criteri Sportivi della FICG la copiosa documentazione per la richiesta della Licenza Nazionale..

FERALPI SALO': c'è da affrontare lo scoglio legato lo stadio e all'orizzonte la possibilità di trasferirsi al "Rigamonti" di Brescia. Per il resto della documentazione nessun problema per i gardesani.

CARRARESE: non paiono esserci problemi di sorta per l'iscrizione dei toscani alla prossima stagione.

tuttolegapro.com
In The Main
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  NBG Milano il Ven Lug 01, 2011 2:17 pm

Anche il FOGGIA non è in regola con l'iscrizione al campionato:

dal sito ufficiale della LEGAPRO:










SOCIETA' CHE HANNO ADEMPIUTO ALL'ISCRIZIONE










01 Luglio 2011




Il Consiglio Direttivo della Lega Pro, che si è riunito oggi, sulla base della documentazione prodotta dai club ha certificato che 70 società, di cui 29 di 1^ Divisione e 41 di 2^ Divisione hanno compiutamente adempiuto all’iscrizione al campionato competente.

Questo l’elenco:


1^ Divisione

1. U.S. Alessandria Calcio 1912 S.r.l.
2. A.S. Andria Bat S.r.l.
3. S.S. Barletta Calcio
4. Bassano Virtus 55 S.T. S.r.l.
5. Benevento Calcio S.p.A.
6. Carrarese Calcio S.r.l.
7. Carpi F.C. 1909
8. U.S. Cremonese S.p.A.
9. Feralpisalò S.r.l.
10. Foligno Calcio S.r.l.
11. Frosinone Calcio S.r.l.
12. U.S. Latina Calcio S.r.l.
13. A.C. Lumezzane S.p.A.
14. A.C. Pavia S.r.l.
15. U.S. Pergocrema 1932 S.r.l.
16. Piacenza F.C. S.p.A.
17. A.C. Pisa 1909 S.S. S.r.l.
18. Calcio Portogruaro Summaga S.r.l.
19. A.C. Reggiana 1919 S.p.A.
20. U.S. Siracusa S.r.l.
21. Sorrento Calcio S.r.l.
22. Spal 1907 S.r.l.
23. Spezia Calcio S.r.l.
24. Taranto Sport S.r.l.
25. A.S. Trapani Calcio
26. U.S. Triestina Calcio S.p.A.
27. S.S. Tritium 1908
28. F.C. Esperia Viareggio S.r.l.
29. Virtus Lanciano 1924 S.r.l.


2^ Divisione

1. F.C. Aprilia S.r.l.
2. U.S. Arzanese S.r.l.
3. A.S. Avellino Calcio 1912 S.r.l.
4. S.F. Aversa Normanna S.r.l.
5. A.C. Bellaria Igea Marina S.r.l.
6. U.S. Borgo a Buggiano 1920 S.r.l.
7. A.C. Calcio Cuneo 1905 S.r.l.
8. Pol. Nuovo Campobasso C. S.r.l.
9. A.S. Casale Calcio S.r.l.
10. Celano F.C. Olimpia S.r.l.
11. S.S. Chieti Calcio
12. S.S.Fondi Calcio S.r.l.
13. U.S. Gavorrano
14. A.C. Giacomense S.r.l.
15. Giulianova Calco S.r.l.
16. A.C. Isola Liri S.r.l.
17. A.S. L’Aquila Calcio 1927
18. Calcio Lecco 1912 S.p.A.
19. Mantova F.C. S.r.l.
20. A.S. Melfi S.r.l.
21. S.S. Milazzo S.r.l.
22. A.C. Monza Brianza 1912 S.p.A.
23. F.C. Neapolis Mugnano S.r.l.
24. S.S. Paganese S.r.l.
25. A.C. Perugia Calcio S.r.l.
26. U.S. Poggibonsi S.r.l.
27. A.C. Prato S.p.A.
28. Aurora Pro Patria 1919 S.r.l.
29. A.S. Pro Vercelli 1892 S.r.l.
30. A.C. Renate S.r.l.
31. A.C. Sambonifacese S.r.l.
32. San Marino Calcio S.r.l.
33. Santarcangelo Calcio S.r.l.
34. Savona 1907 F.B.C. S.r.l.
35. Fussballclub Sudtirol S.r.l.
36. Ternana Calcio S.p.A.
37. A.S. Treviso 2009 S.r.l.
38. Valenzana Calcio S.r.l.
39. U.S. Vibonese Calcio S.r.l.
40. Vigor Lamezia S.r.l.
41. Virtus Entella S.r.l.


Il Consiglio Direttivo ha segnalato che le società sotto elencate non hanno presentato domanda di iscrizione:

Società di 1^ Divisione

Nessuna

Società di 2^ Divisione

1. F.C. Canavese S.r.l.
2. Crociati Noceto S.r.l.
3. A.C. Rodengo Saiano S.r.l.
4. A.C. Sangiovannese 1927 S.p.A.


Altre società hanno presentato la domanda di iscrizione non completa per cui sono in corso delle verifiche.

Queste sono:

Società di 1^ Divisione

1. A.S. Atletico Roma F.C. S.r.l
2. Calcio Como S.r.l.
3. U.S. Foggia S.p.A.
4. Gela Calcio S.p.A
5. A.S. Lucchese Libertas 1905 S.r.l.
6. Ravenna Calcio S.r.l.
7. Salernitana Calcio 1919 S.p.A.

Società di 2^ Divisione

1. Alma Juventus Fano 1909 S.r.l.
2. F.B.S. Brindisi 1912 S.r.l.
3. S.S. Cavese 1919 S.r.l.
4. Cosenza Calcio 1914 S.r.l.
5. A.C. Ebolitana 1925 S.r.l.
6. F.C. Matera S.r.l.
7. A.C. Montichiari S.p.A.
8. U.S. Sanremese Calcio 1904 S.r.l
9. Catanzaro Calcio 2011 S.r.l.

NBG Milano
NBG Milano
Primo Ufficiale
Primo Ufficiale

Numero di messaggi : 876
Data d'iscrizione : 06.08.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  FANS ANDRIA il Ven Lug 01, 2011 4:01 pm

Potrebbe essere questo il girone B.

Andria Barletta Benevento Foligno Frosinone Latina Pisa Siracusa Sorrento Taranto Trapani Viareggio Lanciano e le incerte Foggia Gela Salernitana Lucchese Atl Roma

Bellissimo campionato con tante trasferte vietate PURTROPPO.....
FANS ANDRIA
FANS ANDRIA
Primo Ufficiale
Primo Ufficiale

Numero di messaggi : 938
Data d'iscrizione : 19.09.08
Età : 43
Località : Ancona

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  NETIUM il Ven Lug 01, 2011 4:17 pm

rmancio ha scritto:Potrebbe essere questo il girone B.

Andria Barletta Benevento Foligno Frosinone Latina Pisa Siracusa Sorrento Taranto Trapani Viareggio Lanciano e le incerte Foggia Gela Salernitana Lucchese Atl Roma

Bellissimo campionato con tante trasferte vietate PURTROPPO.....

ammesso che la suddivisione sia nord-sud...
NETIUM
NETIUM
Cannoniere
Cannoniere

Numero di messaggi : 714
Data d'iscrizione : 17.06.08
Età : 35
Località : ANDRIA

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  ANDRIASOVRANA il Lun Lug 04, 2011 7:01 am

NETIUM ha scritto:
rmancio ha scritto:Potrebbe essere questo il girone B.

Andria Barletta Benevento Foligno Frosinone Latina Pisa Siracusa Sorrento Taranto Trapani Viareggio Lanciano e le incerte Foggia Gela Salernitana Lucchese Atl Roma

Bellissimo campionato con tante trasferte vietate PURTROPPO.....

ammesso che la suddivisione sia nord-sud...
Gela vietata ,foggia,taranto,pisa??? queste solo secondo me!!!
ANDRIASOVRANA
ANDRIASOVRANA
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 1121
Data d'iscrizione : 15.09.08
Età : 48
Località : ANDRIA

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  In The Main il Ven Lug 08, 2011 11:02 pm

Covisoc: Matera non ammesso, la fidejussione non c'è

La Covisoc ha comunicato direttamente alla Figc e ai club interessati gli esiti delle istruttorie, ma secondo quanto trapela il Matera non sarebbe stato ammesso al prossimo campionato di Seconda Divisione Lega Pro. Ieri il presidente Tommaso Perniola aveva annunciato che la fidejussione bancaria da 300 mila euro non era stata prodotta, ed è quasi sicuramente questo il motivo dell'esclusione. I dirigenti materani non hanno ancora deciso se alzare bandiera bianca o presentare il ricorso. In questo secondo caso, nei prossimi giorni si proverà ad attirare nuovi imprenditori per compiere il miracolo, ma la situazione al momento resta difficile e i tempi a disposizione sono strettissimi.

_______________________________

Covisoc: Catanzaro escluso dalla Lega Pro. Ottimismo sul ricorso

Nessun colpo di scena: ieri la Covisoc ha escluso il Catanzaro Calcio 2011 dal prossimo campionato di Seconda Divisione. Il club giallorosso non ha presentato la fideiussione bancaria a copertura dei debiti sportivi, il cui importo è - secondo Il Giornale di Calabria - pari a 1.009.366,91 euro secondo la quantificazione del Tribunale e a 1.280.000 euro, secondo quello risultante dalla Federazione. Ma non sono i debiti pregressi a turbare i sonni della nuova società, che perfezionerà al massimo entro la giornata di lunedì la domanda di iscrizione, fermo restando lo svincolo delle fidejussioni in possesso della Figc relative alla ultime due stagioni calcistiche (comunque da defalcare dal debito), ma il rilascio del titolo sportivo.

I legali del Catanzaro stanno approntando una serie di documenti da allegare al ricorso, da inoltrare entro le ore 19 del 12 luglio, per l'acquisizione del ramo d'azienda del vecchio Effecì. A questo propostito, il Giudice delegato al fallimento, la dottoressa Song Damiani, su istanza presentata dall’avvocato dei giallorossi Arcangelo De Caro, ha emesso ieri un ulteriore provvedimento, specificando che l’aggiudicazione del “ramo azienda” del 23 giugno deve ritenersi definitiva. Ciò in quanto, trattandosi di vendita senza incanto, non si applica per legge il decorso di dieci giorni per l’aggiudicazione definitiva. “Il termine di dieci giorni - prosegue l’ordinanza - era fissato al solo fine del versamento del saldo del prezzo. Per questi motivi dichiara definitiva l’aggiudicazione del complesso aziendale avvenuta in data 23 giugno 2011”. Nella stessa giornata di ieri l’importante documento è stato trasmesso via e-mail alla Figc e alla Covisoc.

______________________________

Covisoc: bocciatura prevedibile per il Cosenza

Come era ampiamente preventivato, la Covisoc ha bocciato in prima istanza il Cosenza Calcio 1914. Le inadempienze del club rossoblu - riporta CosenzaChannel.it - riguardano il pagamento degli emolumenti dei calciatori, la presentazione della fidejussione da 300 mila euro e il versamento della prima rata dell'Enpals.

Contestualmente per la società dei bruzi è arrivato l'ok della Commissione criteri organizzativi e sportivi, che dopo aver esaminato la documentazione ha riscontrato il rispetto dei requisiti previsti per l'ottenimento della licenza nazionale sportiva 2011/2012, ai fini dell'ammissione al campionato professionistico di competenza.

Un semaforo verde che da solo non basta, se entro le ore 19 del 12 luglio il Cosenza non certificherà il pagamento di tutte le insolvenze. Il ricorso deve essere corredato da una tassa unica di 9 mila euro, che saranno restituiti solo in caso di accoglimento dello stesso.

___________________________

Covisoc: il Brindisi getta la spugna e saluta la Lega Pro

Si è svolta stamane l’annunciata conferenza stampa durante la quale il vicesindaco Mauro D’Attis, il presidente del consiglio comunale Angelo Rizziello, il vicepresidente Antonio Monetti ed il capo dell’opposizione consiliare Salvatore Brigante hanno annunciato ufficialmente la chiusura di ogni ipotesi di trattativa con il Football Brindisi 1912 riguardante il salvataggio di tale sodalizio e quindi la permanenza della formazione brindisina nel campionato di Seconda Divisione Lega Pro.

Oltre alle difficoltà incontrate dal gruppo di lavoro, incaricato di sondare la eventuale disponibilità di imprenditori a subentrare agli attuali dirigenti, si è aggiunta l’iniziativa assunta dal legale del Football Brindisi il quale ha ufficializzato una richiesta di 650 mila euro per cedere la società (in palese contrasto con quanto il signor Pupino aveva sempre dichiarato). Pertanto oggi, dopo averne dato comunicazione nel corso della conferenza dei capigruppo, il vicesindaco ha dichiarato conclusa questa fase.

“Si è accertato che i debiti ammontavano a milioni di euro - ha affermato D’Attis - e soprattutto che non vi erano garanzie a sufficienza per investire risorse nella società Football Brindisi 1912. A questo punto, pertanto, non potevamo che desistere e concentrarci sulla possibilità di far sorgere una nuova società composta da imprenditori brindisini e disposta a ripartire dal campionato di Eccellenza, così come ci auguriamo stabilisca la Federazione Italiana Giuoco Calcio”.

D’Attis, in ogni caso, ha annunciato che si metterà in contatto anche con i sindaci delle altre città in cui le società calcistiche verranno radiate per chiedere alla Figc una deroga e quindi per accedere direttamente al campionato di Serie D.

____________________________________

Covisoc: Lucchese bocciata, ma Giuliani non molla

Il fax della Covisoc è arrivato pochi minuti prima delle 20: la Lucchese è ufficialmente esclusa dal prossimo campionato di Prima Divisione. Il club rossonero ha rispettato tutti i criteri, meno quelli economici e finanziari, e ora ha tempo fino alle ore 19 del 12 luglio per presentare ricorso, pagando una cauzione di 9 mila euro, e regolarizzare la sua iscrizione.

Nel frattempo - scrive Gazzetta Lucchese - l'ex presidente rossonero Giuliano Giuliani e il suo staff stanno lavorando giorno e notte per reperire denaro, sia attraverso sponsorizzazioni che partecipazioni al capitale sociale. Ad oggi sembra che una decina di imprenditori locali abbiano dato la loro disponibilità a contribuire alla salvezza del calcio professionistico a Lucca.

_________________________

Covisoc: Cavese, Salernitana ed Ebolitana fuori dalla Lega Pro

Bocciate. Il verdetto tanto temuto è finalmente arrivato. La Covisoc condanna, come era preventivabile, Salernitana, Cavese ed Ebolitana, ree di non aver presentato una regolare domanda di iscrizione. Le tre squadre campane sono così un po’ più lontane dalla Lega Pro (i granata dalla Prima Divisione, le altre dalla Seconda) e dire che per le gloriose società di Antonio Lombardi (Salernitana) e Giuseppe Spatola (Cavese) c'era stata una corsa in extremis per garantire il minimo indispensabile, mentre Armando Cicalese (Ebolitana) era risultato sempre tranquillo fino al fatidico 30 giugno. Ora per loro c’è la possibilità di presentare ricorso contro la bocciatura (avranno tempo fino alle ore 19 di martedì 12), ma è chiaro che sono tutte e tre sempre più con l’acqua alla gola.
_____________________________

Covisoc: la Pro Patria si gioca tutto con il ricorso

Il tanto atteso verdetto della Covisoc non è ancora arrivato, ma le speranze della Pro Patria di essere ammessa alla prima tornata - scrive VareseNews.it - sono pochissime, non avendo presentato entro il 30 giugno tutta la documentazione richiesta dalla Lega Pro, ma soprattutto non avendo versato i contributi ai tesserati (verranno pagati lunedì 11 luglio)

La società biancoblu ha giocato d'anticipo e, preparata a questa sentenza provvisoria, sta già lavorando per presentarsi in regola all'appuntamento del 12 luglio: entro le ore 19 i club bocciati possono presentare ricorso al Consiglio Federale, che si esprimerà poi in maniera definitiva entro sabato 16 luglio. Se i tigrotti dovessero riuscire ad iscriversi al prossimo campionato di Seconda Divisione, partirebbero comunque con una consistente penalizzazione in classifica consistente.

tuttolegapro.com
In The Main
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  bender il Sab Lug 09, 2011 9:26 am

Le squadre non si iscrivono al campionato ma chi governa il calcio pensa alle cazzate come il nome (lega pro - prima divisione - girone b) e la tessera del tifoso...

in mano a chi stiamo???
bender
bender
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 3158
Data d'iscrizione : 15.06.08
Età : 43
Località : Andria - Bari

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  In The Main il Sab Lug 09, 2011 10:22 am

In The Main
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  In The Main il Mar Lug 12, 2011 4:53 pm

Il Matera rinuncia al ricorso: niente iscrizione in 2^ Divisione

Secondo quanto raccolto dalla redazione di SassiLive.it il presidente del Matera Tommaso Perniola, nonostante abbia continuato a lavorare per trovare gli ultimi fondi necessari per completare la quota di 300 mila euro richiesta dalla Lega Pro per la fidejussione, ha dovuto infine rinunciare al ricorso: per circa 40 mila euro, infatti, il Matera non ha raggiunto l’obiettivo prefissato e quindi la società non ha potuto presentare il ricorso necessario per continuare a sperare nell’iscrizione al prossimo campionato di Seconda Divisione.

_________________________

Cavese, presentato una richiesta di proroga alla Lega Pro

Il countdown irreversibile è cominciato già da un pò per la Cavese, alle diciannove di stasera, infatti, scadranno i termini per presentare gli atti di iscrizione in Lega ma nella città metelliana si punta ad ottenere una proroga. L'amministrazione comunale, secondo rumors raccolti da Tuttolegapro.com, avrebbe preparato ed inoltrato un comunicato ufficiale alla Lega Pro chiedendo agli organi federali la possibilità di posticipare il termine ultimo per la fideiussione bancaria necessaria all'iscrizione. I dirigenti del comune di Cava puntano sui debiti mancanti degli aquilotti, infatti la nuova società Cavese non ha mai rimandato un pagamento, almeno fino ad Aprile. Mai nessun problema con la Covisoc. A mancare è solo la fideiussione da trecentomila euro che garantirebbe la salvezza per la Cavese. Si punta alla proroga di almeno di quindici giorni per cercare soci o acquirenti capaci di inserire nuovi fondi per risollevare una sorte che sembra ormai segnata. All'interno dell'amministrazione si dicono fiduciosi di una risposta positiva da parte della Lega, inoltre sperano che anche altre società che versano nelle stesse condizioni della Cavese, si accodino a tale richiesta.

_____________________

Salernitana, fine della corsa: arriva l'esclusione dal campionato

Mesi e mesi di chiacchiere a vuoto, di promesse non mantenute, di scadenze, ultimatum, annunci fissati e mai rispettati. Finalmente (o purtroppo, verrebbe da aggiungere) arrivò il momento decisivo, quello in cui tutti i nodi sarebbero finalmente giunti al pettine. E, com’è ovvio che fosse, il castello di carta costruito dai discussi e discutibili protagonisti delle vicende di casa granata in questi mesi, tenuto in piedi dalla compiacenza di una fetta di stampa locale, si è sgretolato definitivamente. D’ora in avanti non vi sarà più spazio per illusioni, favolette e prese in giro assortite: il giorno del giudizio è inequivocabile, indiscutibile, incontrovertibile. La Salernitana è fuori dai campionati professionistici, esclusione ormai appurata considerando che il club granata non ha soddisfatto, nei tempi previsti, nessuno degli adempimenti fissati dalla Lega Pro per ottenere il lasciapassare al prossimo campionato. Niente stipendi, niente fidejussione, niente regolarizzazione delle pendenze Iva, Irap, Irpef ed Enpals: inutile a questo punto sprecare tempo per presentare un ricorso (dal costo di 9.000 euro, ndr) bocciato in partenza. La percezione è che, aldilà delle frasi di circostanza e delle trattative farsa che hanno riempito le colonne dei giornali in queste settimane, la Salernitana abbia accettato il proprio destino in maniera inerme, senza colpo ferire. Una sensazione d’impotenza aggravata dall’atteggiamento della piazza e delle istituzioni, quasi impassibili dinanzi al dramma sportivo che si stava consumando e che ha avuto in queste ore il suo naturale epilogo. E’ il giorno più triste: la città di Salerno – per la prima volta dal 1919 a questa parte – non avrà una squadra militante in campionati professionistici. Il futuro si chiama Serie D: campi sterrati di piccoli e talvolta sperduti paesini di provincia, lontani anni luce dai palcoscenici che il pubblico granata era abituato a calcare. Una delusione resa ancor più cocente dall’aver fallito di un soffio il traguardo della B che avrebbe magari potuto aprire scenari diversi. Il destino, si sa, sa essere crudele e nella fattispecie sembra essersi accanito contro la Salernitana e i suoi tifosi. Resettare tutto e ripartire da zero, ricreando dal nulla quei valori e quello spirito che hanno saputo identificare ed unire decine di migliaia di persone dal 1919 ad oggi: è l’imperativo che deve unire tutti coloro i quali hanno i colori granata nel cuore.

tuttolegapro.com
In The Main
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  Massimein il Mar Lug 12, 2011 7:19 pm

Quindi la Ternana sarà ripescata sicuramente e niente Tozzi Borsoi per noi. Mad
Massimein
Massimein
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3140
Data d'iscrizione : 16.06.08
Età : 38

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  Zio Peppe il Mar Lug 12, 2011 7:21 pm

Massimein ha scritto:Quindi la Ternana sarà ripescata sicuramente e niente Tozzi Borsoi per noi. Mad
Zotti Sorboi geek
Zio Peppe
Zio Peppe
Cannoniere
Cannoniere

Numero di messaggi : 555
Data d'iscrizione : 09.07.09
Età : 32
Località : 3° anello della Nord

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  In The Main il Mer Lug 13, 2011 7:38 pm

Lega Pro, il direttore Ghirelli a TLP: "Riforma necessaria"
Il numero delle squadre scende. Probabile il ritorno in Prima Divisione di Monza e Ternana. Il Rimini aspetta il ripescaggio in Seconda

La riforma dei campionati è diventata più che necessaria, visto che le squadre ammesse alla Lega Pro sono di gran lunga inferiori al normale. A invocare questo passaggio ai due gironi in Prima e ai due in Seconda Divisione, è il direttore della Lega Francesco Ghirelli. Verso il ripescaggio in Prima Divisione almeno tre società, dopo le esclusioni di Salernitana, Gela e Lucchese. Intervenuto in esclusiva ai microfoni di TuttoLegaPro.com, il dirigente commenta questa probabile riduzione degli organici. Si parla anche del Rimini e di qualche altra società di D che aspetta interessata il corso degli eventi.

“Un primo bilancio che si può trarre è che vi sono ancora imprenditori che investono nel calcio – afferma Ghirelli – Credo che sia un fatto positivo. Va detto che la crisi economica è profonda, ma contemporaneamente credo che c’è stato un allontanamento dal calcio per via di un insieme di motivi, tra cui lo scandalo delle scommesse. A fronte di tutto questo c’è stata una risposta. Quanto al numero delle iscrizioni, fermo restando che bisognerà aspettare la verifica sugli impianti e quella della Covisoc dal punto di vista finanziario, solo il 18 avremo il quadro preciso. Comunque, la previsione di un campionato da 76 squadre sia stata percepita dal presidente Macalli e dalla Lega Pro. Questo segnale ci dice che dobbiamo spingere sulla riforma. Perdiamo tre milioni di abitanti, quindi le città di Salerno, Cava, San Remo eccetera, e queste iscrizioni dicono che avevamo ragione”.

Riforma che porterebbe necessariamente a due gironi di Seconda Divisione anziché tre?
“Sì, in questo campionato credo che arriveremo a due gironi di Prima Divisione e due di Seconda, ma la nostra prospettiva è di avere in futuro 60 squadre, tre gironi e un’unica Lega Pro. Occorre avere tra i punti cardine, un equilibrio finanziario, un’organizzazione aziendale”.

Ieri il comune di Cava de’ Tirreni ha richiesto una proroga per allungare i tempi per un ricorso.
“Lo sappiamo. Non era possibile concedere una deroga: ci sono norme fissate all’inizio del percorso dalla Federcalcio, e la tempistica va rispettata. È vero che ci sono gli interessi della Cavese, che è una società con una grande storia, ma ci sono anche gli interessi di quelli che dovrebbero essere ripescati, quindi dei terzi. Quando si fissano dei termini non possono essere variati”

Quanti ripescaggi avremo?
“Allo stato attuale zero. Al momento tra quelle ammesse e quelle che hanno fatto ricorso, ce ne sono 77”.

La situazione del Rimini com’è?
“Secondo le Noif il Rimini, che ha vinto i play-off, avrebbe la possibilità di entrare come ripescata, ma solo se si apriranno vuoti di organico. Rimini è una piazza importante e saremmo ben felici di accoglierla, però le regole sono queste. Ciò vale anche per la Turris come per altre società come Viterbese, Venezia eccetera. Bisognerà vedere la Covisoc e la Commissione Impianti Strutturali cosa avranno verificato. Se si aprono gli spazi, si faranno i ripescaggi, se no si rimane così”.

La situazione riguardante la Legge Melandri?
“Domani si dovrebbe riunire la settima Commissione in Parlamento e dovrebbe decidere lo stralcio dei diritti, quindi la parte della Legge Melandri come la richiedevamo. Dopodiché è aperta al Tnas la nostra vertenza alla Lega di A, che voleva assegnare l’1% del 6%, perché i diritti televisivi riconosciuti sono il 10% sul totale della Serie A, perché il decreto Melandri dice che l’espansione delle partite in tv danneggia i campionati sottostanti. Sulla base di questo destina il 10%, suddiviso il 6% da ripartire, e il 4% a una fondazione a cui si accede attraverso una presentazione di progetti. Su quel 6% la Lega di A aveva pensato di dare il 7,5% alla Lega di B e l’1% a noi. Le società di Lega Pro sono settantasette, ma quando parlavamo erano novanta, e quelle di B erano ventidue. Già le cifre dimostrano che c'è un disequilibrio. O si trova una soluzione definitiva, o prosegue il Tnas e dirà il 31 agosto chi ha ragione”.

In Lega Pro ci saranno piazze abbastanza popolate e importanti, come Frosinone, Trieste e Piacenza. Che torneo sarà?
“Bisognerà prima vedere che cosa accadrà con la vicenda del calcio scommesse relativa a Cremona: potrebbero verificarsi dei problemi, ma il dato generale è che è un bel campionato con nuove società che entrano e altre che ritornano. Quelle che salgono dalla D hanno grandi interessi, come Perugia e Mantova, quindi è un torneo che mantiene il suo fascino”.

Abbiamo parlato dei ripescaggi dalla Serie D, ma tra le squadre che aspettano di essere ripescate in Prima ci sono Monza e Ternana. Debbono aspettare molto oppure no?
“Loro no: ragionando sulla Prima Divisione, mancando già da oggi alcuni posti in organico, possono cominciare a muoversi. Sicuramente – conclude Ghirelli – avranno la precedenza le squadre che hanno perso gli spareggi per non retrocedere in Seconda Divisione”.

tuttolegapro.com
In The Main
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  In The Main il Lun Lug 18, 2011 11:15 am

LEGA PRO: E' IL GIORNO DEI VERDETTI

A Roma è in corso il consiglio federale che dovrà prendere una decisione sulle iscrizioni ai campionati di Prima e Seconda Divisione di Lega Pro. Al momento le società non ammesse sono dodici: in Prima Divisione non hanno presentato ricorso, dopo l'esclusione da parte della Covisoc, Gela, Lucchese e Salernitana. In Seconda Divisione sono fuori da diversi giorni Canavese, Crociati Noceto, Rodengo Saiano e Sangiovannese mentre hanno rinunciato al ricorso Brindisi, Cavese, Cosenza, Matera e Sanremese. Sono, invece, 14 i club che hanno presentato il ricorso dopo l'esclusione: si tratta di cinque squadre di Prima Divisione ( Atletico Roma, Como, Foligno, Ravenna e Sorrento) e di 9 squadre di Seconda Divisione (Arzanese, Catanzaro, Ebolitana, Fano, Fondi, Montichiari, Neapolis Mugnano e Pro Patria). In Prima Divisione, quindi, sono tre al momento i posti resi disponibili a seguito dell’esclusione di Gela, Lucchese e Salernitana. Ma sembrano rischiare molto anche Atletico Roma e soprattutto Ravenna. Il club romagnolo è praticamente fuori, stando a quanto affermato nella giornata di ieri, dal presidente della Lega Pro Mario Macalli. Oggi ne sapremo di più. La Ternana, comunque, insieme a Monza e Sudtirol, sembra essere ad un passo dal ripescaggio in prima divisione.

http://tifoandria.forumattivo.comtifoandria.forumattivo.comterninrete.it
In The Main
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  frankie87 il Lun Lug 18, 2011 2:19 pm

frankie87
frankie87
Mozzo
Mozzo

Numero di messaggi : 96
Data d'iscrizione : 15.05.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Il Consiglio Federale respinge i ricorsi di Atletico Roma e Ravenna

Messaggio  FANS ANDRIA il Lun Lug 18, 2011 3:53 pm

Ravenna e Atletico Roma fuori dalla Lega Pro, ammesse tutte le altre società che avevano presentato ricorso contro la bocciatura della Covisoc. Questi i verdetti del Consiglio Federale tenutosi oggi a Roma e confermati - in esclusiva per TuttoLegaPro.com - dal direttore generale della Lega Pro, Francesco Ghirelli. L'esclusione delle due società dal prossimo campionato di Prima Divisione è da imputare ad inadempienze contributive e/o strutturali.


la fonte TuttoLegaPro.com
FANS ANDRIA
FANS ANDRIA
Primo Ufficiale
Primo Ufficiale

Numero di messaggi : 938
Data d'iscrizione : 19.09.08
Età : 43
Località : Ancona

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  In The Main il Lun Lug 18, 2011 3:59 pm

1^ Divisione, cinque club respinti dal Consiglio Federale

Sono cinque le formazioni respinte dal Consiglio Federale della FIGC riunitosi oggi a Roma: le domande di iscrizione dei club non accettate sono quelle di Ravenna, Atletico Roma, Lucchese, Salernitana, Gela. Pronte a usufruire del ripescaggio in Prima Divisione Monza, Sud Tirol, Avellino, Pro Vercelli e L'Aquila.

tuttolegapro.com

___________________________________________

Atletico Roma e Ravenna fuori dalla Lega Pro. Avellino spera

Pochi minuti fa il sito della Lega Pro ha emesso una breve nota con cui ha informato sull’esito dei ricorsi relativi alle carenze rilevate dalla COVISOC e dalla Commissione Criteri Infrastrutturali della FIGC. Da tale nota si apprende che i ricorsi sono stati tutti accolti ad eccezione di quelli presentati dall’Atletico Roma e dal Ravenna.

Ecco il testo del comunicato:

Il Consiglio Federale, riunitosi oggi, ha esaminato i ricorsi dei club di Lega Pro relativi alle carenze rilevate dalla COVISOC e dalla Commissione Criteri Infrastrutturali della FIGC.

Tutti i ricorsi sono stati accolti ad eccezione di quelli dell’Atletico Roma e del Ravenna.

Salgono quindi a cinque le squadre escluse dalla Prima Divisione della Lega Pro. Le squadre in pole position per i ripescaggi sono innanzitutto quelle che erano retrocesse perdendo i play out ossia: Sud Tirol, Ternana e Monza, (la quarta il Cosenza e tra le 14 non iscritte). I due posti restanti saranno riservati alle società perdenti i playoff di seconda divisione. Sono in lizza, l’Avellino, la Pro Vercelli e il Prato con buone possibilità per le prime due

http://tifoandria.forumattivo.compenisolasport.blogspot.com
In The Main
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  Massimein il Lun Lug 18, 2011 5:03 pm

Massimein
Massimein
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3140
Data d'iscrizione : 16.06.08
Età : 38

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CRISI LEGAPRO Empty Re: CRISI LEGAPRO

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum