La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Udveit il Mer Ott 05, 2011 8:01 am

emik77 ha scritto:
RIVERA 111 ha scritto:
ter.giu-andria e basta ha scritto:
valerioforzandria ha scritto:
RIVERA 111 ha scritto:
valerioforzandria ha scritto:Se il comune doveva far evaquare gli abitanti delle palazzine in pericolo penso che era tenuto a farli ospitare o da parenti o in qualche hotel a spese del comune (credo).
Oggi sarebbero andati a mettere in sicurezza il corpo di fabbrica, probabilmente dalle valutazioni fatte non si è ritenuto necessario evaquare, e ti assicuro che tali valutazioni sono difficilissime. Ora, molte persone saranno coinvolte e (secondo me) passeranno un guaio, ma non banaliziamo tutto con questi discorsi sul comune e gli alberghi.
Ti assicuro che le leggi in questo campo sono severissime e i tecnici non sono disposti a rischiare.

Non sono proprio d'accordo con quello che hai citato. Se il tecnico conosce bene la zona e gli edifici, doveva far sgombrare l'edificio già da tempo. Comunque ci sono altri edifici in quelle condizioni in cui abita la gente, ora vedremo casa accadrà. Comunque io sono del pensiero, visto che si parla di vite umane di eccedere nella valutazione che far restare la gente ancora ad abitare.
E sono anche sicuro che non uscirà nessun responsabile, tutto finirà a tarallucci e vino come succede in Italia.
già l'italia.........................IL PAESE DELLA ...........................VERGOGNA
Spaghetti, pizza e mandolino....quanti stereotipi!
Ragazzi ma io mi chiedo, se chi ci abitava sentiva gli scricchioli , se il pavimento si era alzato se si erano gonfiate le pareti negli ultimi 2 giorni...perche' non sono scappati come hanno fatto quelli del primo piano? E' una domanda che mi faccio da ieri? mah!!

C'è anche da dire che stamattina ho letto che quel maglificio neanche all'INPS risultava e che le operaie lavoravano a "nero", quindi poverette venivano sfruttate altro che dire:" ma stiamo sicure qua a lavorare?"

Udveit
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2030
Data d'iscrizione : 16.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Massimein il Mer Ott 05, 2011 9:51 am

udveit ha scritto:
C'è anche da dire che stamattina ho letto che quel maglificio neanche all'INPS risultava e che le operaie lavoravano a "nero", quindi poverette venivano sfruttate altro che dire:" ma stiamo sicure qua a lavorare?"


Questo è un discorso a parte. Quelle poverette erano consapevoli ed avevano accettato di lavorare a nero , purtroppo questa è una piaga della nostra zona soprattutto nel settore tessile.
avatar
Massimein
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3140
Data d'iscrizione : 16.06.08
Età : 36

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  andrisano il Mer Ott 05, 2011 5:15 pm

Massimein ha scritto:
udveit ha scritto:
C'è anche da dire che stamattina ho letto che quel maglificio neanche all'INPS risultava e che le operaie lavoravano a "nero", quindi poverette venivano sfruttate altro che dire:" ma stiamo sicure qua a lavorare?"


Questo è un discorso a parte. Quelle poverette erano consapevoli ed avevano accettato di lavorare a nero , purtroppo questa è una piaga della nostra zona soprattutto nel settore tessile.

Non sono d'accordo! questo è un ricatto sociale vero e proprio....sai quando sento i discorsi sulla tessera del tifoso come privazione di libertà, questione di principio, ecc. ecc... penso che sono solo cazzate.

La verità è che la questione della tessera è l'ultima ruota del carro...e nn capisco come si fa a non capire che il lavoro nero senza condizioni di sicurezza, assistenziali e previdenziali SONO LA VERA PRIVAZIONE DI LIBERTA'!!!! IL RESTO VIENE DOPO!

Non capisco come facciamo a non ribellarci a questa società che nella quotidianetà ci vuole schiavi e non solo la domenica! ad andria c'è un sacco di disoccupazione, di sfruttamento, di criminalità...e tutto viene accettato...ebbene IO è QUESTO CHE NON ACCETTERò MAI!
avatar
andrisano
Primo Ufficiale
Primo Ufficiale

Numero di messaggi : 815
Data d'iscrizione : 31.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Terrore a Barletta, crolla una palazzina operaie sotto le macerie, anche una bimba

Messaggio  NEW BLU GENERATION il Mer Ott 05, 2011 7:55 pm

andrisano ha scritto:
Massimein ha scritto:
udveit ha scritto:
C'è anche da dire che stamattina ho letto che quel maglificio neanche all'INPS risultava e che le operaie lavoravano a "nero", quindi poverette venivano sfruttate altro che dire:" ma stiamo sicure qua a lavorare?"


Questo è un discorso a parte. Quelle poverette erano consapevoli ed avevano accettato di lavorare a nero , purtroppo questa è una piaga della nostra zona soprattutto nel settore tessile.

Non sono d'accordo! questo è un ricatto sociale vero e proprio....sai quando sento i discorsi sulla tessera del tifoso come privazione di libertà, questione di principio, ecc. ecc... penso che sono solo cazzate.

La verità è che la questione della tessera è l'ultima ruota del carro...e nn capisco come si fa a non capire che il lavoro nero senza condizioni di sicurezza, assistenziali e previdenziali SONO LA VERA PRIVAZIONE DI LIBERTA'!!!! IL RESTO VIENE DOPO!

Non capisco come facciamo a non ribellarci a questa società che nella quotidianetà ci vuole schiavi e non solo la domenica! ad andria c'è un sacco di disoccupazione, di sfruttamento, di criminalità...e tutto viene accettato...ebbene IO è QUESTO CHE NON ACCETTERò MAI!

Ma sai quanta gente sopravvive con il lavoro nero. Oggi come oggi chi non ha un lavoro fisso si deve arrangiare come può.
Ogni tanto lascia da parte il tuo schieramento politico nei discorsi che fai Very Happy
avatar
NEW BLU GENERATION
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2531
Data d'iscrizione : 10.08.09
Età : 38
Località : ANDRIA (AD)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Zio Peppe il Mer Ott 05, 2011 8:34 pm

valerioforzandria ha scritto:
andrisano ha scritto:
Massimein ha scritto:
udveit ha scritto:
C'è anche da dire che stamattina ho letto che quel maglificio neanche all'INPS risultava e che le operaie lavoravano a "nero", quindi poverette venivano sfruttate altro che dire:" ma stiamo sicure qua a lavorare?"


Questo è un discorso a parte. Quelle poverette erano consapevoli ed avevano accettato di lavorare a nero , purtroppo questa è una piaga della nostra zona soprattutto nel settore tessile.

Non sono d'accordo! questo è un ricatto sociale vero e proprio....sai quando sento i discorsi sulla tessera del tifoso come privazione di libertà, questione di principio, ecc. ecc... penso che sono solo cazzate.

La verità è che la questione della tessera è l'ultima ruota del carro...e nn capisco come si fa a non capire che il lavoro nero senza condizioni di sicurezza, assistenziali e previdenziali SONO LA VERA PRIVAZIONE DI LIBERTA'!!!! IL RESTO VIENE DOPO!

Non capisco come facciamo a non ribellarci a questa società che nella quotidianetà ci vuole schiavi e non solo la domenica! ad andria c'è un sacco di disoccupazione, di sfruttamento, di criminalità...e tutto viene accettato...ebbene IO è QUESTO CHE NON ACCETTERò MAI!

Ma sai quanta gente sopravvive con il lavoro nero. Oggi come oggi chi non ha un lavoro fisso si deve arrangiare come può.
Ogni tanto lascia da parte il tuo schieramento politico nei discorsi che fai Very Happy
Questo perché credete che i datori di lavoro facciano un favore ai dipendenti quando in realtà è praticamente il contrario.

Menenio Agrippa ti dice qualcosa?
avatar
Zio Peppe
Cannoniere
Cannoniere

Numero di messaggi : 555
Data d'iscrizione : 09.07.09
Età : 31
Località : 3° anello della Nord

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  FANS ANDRIA il Mer Ott 05, 2011 10:28 pm

valerioforzandria ha scritto:
andrisano ha scritto:
Massimein ha scritto:
udveit ha scritto:
C'è anche da dire che stamattina ho letto che quel maglificio neanche all'INPS risultava e che le operaie lavoravano a "nero", quindi poverette venivano sfruttate altro che dire:" ma stiamo sicure qua a lavorare?"


Questo è un discorso a parte. Quelle poverette erano consapevoli ed avevano accettato di lavorare a nero , purtroppo questa è una piaga della nostra zona soprattutto nel settore tessile.

Non sono d'accordo! questo è un ricatto sociale vero e proprio....sai quando sento i discorsi sulla tessera del tifoso come privazione di libertà, questione di principio, ecc. ecc... penso che sono solo cazzate.

La verità è che la questione della tessera è l'ultima ruota del carro...e nn capisco come si fa a non capire che il lavoro nero senza condizioni di sicurezza, assistenziali e previdenziali SONO LA VERA PRIVAZIONE DI LIBERTA'!!!! IL RESTO VIENE DOPO!

Non capisco come facciamo a non ribellarci a questa società che nella quotidianetà ci vuole schiavi e non solo la domenica! ad andria c'è un sacco di disoccupazione, di sfruttamento, di criminalità...e tutto viene accettato...ebbene IO è QUESTO CHE NON ACCETTERò MAI!

Ma sai quanta gente sopravvive con il lavoro nero. Oggi come oggi chi non ha un lavoro fisso si deve arrangiare come può.
Ogni tanto lascia da parte il tuo schieramento politico nei discorsi che fai Very Happy

Si quei cari imprenditori che fanno beneficenza!! Ogni tanto ragione con la testa e soprattutto con il cervello!! La gente che lavora in nero è solo sfruttata per aumentare i margini di guadagno dello sfruttatore!!
avatar
FANS ANDRIA
Primo Ufficiale
Primo Ufficiale

Numero di messaggi : 938
Data d'iscrizione : 19.09.08
Età : 41
Località : Ancona

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  andria per sempre il Gio Ott 06, 2011 4:26 am

rmancio ha scritto:
valerioforzandria ha scritto:
andrisano ha scritto:
Massimein ha scritto:
udveit ha scritto:
C'è anche da dire che stamattina ho letto che quel maglificio neanche all'INPS risultava e che le operaie lavoravano a "nero", quindi poverette venivano sfruttate altro che dire:" ma stiamo sicure qua a lavorare?"


Questo è un discorso a parte. Quelle poverette erano consapevoli ed avevano accettato di lavorare a nero , purtroppo questa è una piaga della nostra zona soprattutto nel settore tessile.

Non sono d'accordo! questo è un ricatto sociale vero e proprio....sai quando sento i discorsi sulla tessera del tifoso come privazione di libertà, questione di principio, ecc. ecc... penso che sono solo cazzate.

La verità è che la questione della tessera è l'ultima ruota del carro...e nn capisco come si fa a non capire che il lavoro nero senza condizioni di sicurezza, assistenziali e previdenziali SONO LA VERA PRIVAZIONE DI LIBERTA'!!!! IL RESTO VIENE DOPO!

Non capisco come facciamo a non ribellarci a questa società che nella quotidianetà ci vuole schiavi e non solo la domenica! ad andria c'è un sacco di disoccupazione, di sfruttamento, di criminalità...e tutto viene accettato...ebbene IO è QUESTO CHE NON ACCETTERò MAI!

Ma sai quanta gente sopravvive con il lavoro nero. Oggi come oggi chi non ha un lavoro fisso si deve arrangiare come può.
Ogni tanto lascia da parte il tuo schieramento politico nei discorsi che fai Very Happy

Si quei cari imprenditori che fanno beneficenza!! Ogni tanto ragione con la testa e soprattutto con il cervello!! La gente che lavora in nero è solo sfruttata per aumentare i margini di guadagno dello sfruttatore!!
purtroppo non è sempre così,molte volte si fa per tirare avanti
avatar
andria per sempre
Timoniere
Timoniere

Numero di messaggi : 139
Data d'iscrizione : 19.07.11
Località : Andria

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Massimein il Gio Ott 06, 2011 6:44 am

andria per sempre ha scritto:
rmancio ha scritto:
valerioforzandria ha scritto:
andrisano ha scritto:
Massimein ha scritto:
udveit ha scritto:
C'è anche da dire che stamattina ho letto che quel maglificio neanche all'INPS risultava e che le operaie lavoravano a "nero", quindi poverette venivano sfruttate altro che dire:" ma stiamo sicure qua a lavorare?"


Questo è un discorso a parte. Quelle poverette erano consapevoli ed avevano accettato di lavorare a nero , purtroppo questa è una piaga della nostra zona soprattutto nel settore tessile.

Non sono d'accordo! questo è un ricatto sociale vero e proprio....sai quando sento i discorsi sulla tessera del tifoso come privazione di libertà, questione di principio, ecc. ecc... penso che sono solo cazzate.

La verità è che la questione della tessera è l'ultima ruota del carro...e nn capisco come si fa a non capire che il lavoro nero senza condizioni di sicurezza, assistenziali e previdenziali SONO LA VERA PRIVAZIONE DI LIBERTA'!!!! IL RESTO VIENE DOPO!

Non capisco come facciamo a non ribellarci a questa società che nella quotidianetà ci vuole schiavi e non solo la domenica! ad andria c'è un sacco di disoccupazione, di sfruttamento, di criminalità...e tutto viene accettato...ebbene IO è QUESTO CHE NON ACCETTERò MAI!

Ma sai quanta gente sopravvive con il lavoro nero. Oggi come oggi chi non ha un lavoro fisso si deve arrangiare come può.
Ogni tanto lascia da parte il tuo schieramento politico nei discorsi che fai Very Happy

Si quei cari imprenditori che fanno beneficenza!! Ogni tanto ragione con la testa e soprattutto con il cervello!! La gente che lavora in nero è solo sfruttata per aumentare i margini di guadagno dello sfruttatore!!
purtroppo non è sempre così,molte volte si fa per tirare avanti

Quotissimo. Qualcuno non conosce bene la crisi che stanno attraversando quasi tutti gli imprenditori in questo periodo, soprattutto nel settore tessile e si è costretti purtroppo a limitare al massimo le spese per non chiudere i battenti. Certo non è una bella cosa da vedere ma purtroppo pur di sbarcare il lunario a qualcosa si è costretti a rinunciare. Se non ti va di lavorare in nero (ragionamento giustissimo!) vai da un altra parte.
avatar
Massimein
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3140
Data d'iscrizione : 16.06.08
Età : 36

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Udveit il Gio Ott 06, 2011 7:18 am

E se tu imprenditore non riesci a tenere in regola 8 dipendenti vai a LAVORARE!!! Perchè tu non sei capace di fare l'imprenditore!!! Scusate ma io parlo con i fatti: se uno non può dare lavoro regolare,sicuro e garantito fa prima a chiudere i battenti tanto dopo aver SFRUTTATO E SOTTOPAGATO gli operai chiude lo stesso!!! Poi se mi portate un esempio pratico e concreto cambio opinione ma sfido chiunque a trovarlo!!! Sad

Udveit
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2030
Data d'iscrizione : 16.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  andrisano il Gio Ott 06, 2011 7:42 am

Massimein ha scritto:
andria per sempre ha scritto:
rmancio ha scritto:
valerioforzandria ha scritto:
andrisano ha scritto:
Massimein ha scritto:
udveit ha scritto:
C'è anche da dire che stamattina ho letto che quel maglificio neanche all'INPS risultava e che le operaie lavoravano a "nero", quindi poverette venivano sfruttate altro che dire:" ma stiamo sicure qua a lavorare?"


Questo è un discorso a parte. Quelle poverette erano consapevoli ed avevano accettato di lavorare a nero , purtroppo questa è una piaga della nostra zona soprattutto nel settore tessile.

Non sono d'accordo! questo è un ricatto sociale vero e proprio....sai quando sento i discorsi sulla tessera del tifoso come privazione di libertà, questione di principio, ecc. ecc... penso che sono solo cazzate.

La verità è che la questione della tessera è l'ultima ruota del carro...e nn capisco come si fa a non capire che il lavoro nero senza condizioni di sicurezza, assistenziali e previdenziali SONO LA VERA PRIVAZIONE DI LIBERTA'!!!! IL RESTO VIENE DOPO!

Non capisco come facciamo a non ribellarci a questa società che nella quotidianetà ci vuole schiavi e non solo la domenica! ad andria c'è un sacco di disoccupazione, di sfruttamento, di criminalità...e tutto viene accettato...ebbene IO è QUESTO CHE NON ACCETTERò MAI!

Ma sai quanta gente sopravvive con il lavoro nero. Oggi come oggi chi non ha un lavoro fisso si deve arrangiare come può.
Ogni tanto lascia da parte il tuo schieramento politico nei discorsi che fai Very Happy

Si quei cari imprenditori che fanno beneficenza!! Ogni tanto ragione con la testa e soprattutto con il cervello!! La gente che lavora in nero è solo sfruttata per aumentare i margini di guadagno dello sfruttatore!!
purtroppo non è sempre così,molte volte si fa per tirare avanti

Quotissimo. Qualcuno non conosce bene la crisi che stanno attraversando quasi tutti gli imprenditori in questo periodo, soprattutto nel settore tessile e si è costretti purtroppo a limitare al massimo le spese per non chiudere i battenti. Certo non è una bella cosa da vedere ma purtroppo pur di sbarcare il lunario a qualcosa si è costretti a rinunciare. Se non ti va di lavorare in nero (ragionamento giustissimo!) vai da un altra parte.

anche quando non stava la crisi di adesso il lavoro nero fioriva...ed è lo stesso che si è protratto fino ad oggi in cui la crisi si fa sentire! avete mai pensato che la crisi dei consumi può essere la conseguenza del lavoro sottopagato e non il contrario??? buona giornata di riflessione....
avatar
andrisano
Primo Ufficiale
Primo Ufficiale

Numero di messaggi : 815
Data d'iscrizione : 31.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  RIVERA 111 il Gio Ott 06, 2011 8:18 am

andrisano ha scritto:
Massimein ha scritto:
andria per sempre ha scritto:
rmancio ha scritto:
valerioforzandria ha scritto:
andrisano ha scritto:
Massimein ha scritto:
udveit ha scritto:
C'è anche da dire che stamattina ho letto che quel maglificio neanche all'INPS risultava e che le operaie lavoravano a "nero", quindi poverette venivano sfruttate altro che dire:" ma stiamo sicure qua a lavorare?"


Questo è un discorso a parte. Quelle poverette erano consapevoli ed avevano accettato di lavorare a nero , purtroppo questa è una piaga della nostra zona soprattutto nel settore tessile.

Non sono d'accordo! questo è un ricatto sociale vero e proprio....sai quando sento i discorsi sulla tessera del tifoso come privazione di libertà, questione di principio, ecc. ecc... penso che sono solo cazzate.

La verità è che la questione della tessera è l'ultima ruota del carro...e nn capisco come si fa a non capire che il lavoro nero senza condizioni di sicurezza, assistenziali e previdenziali SONO LA VERA PRIVAZIONE DI LIBERTA'!!!! IL RESTO VIENE DOPO!

Non capisco come facciamo a non ribellarci a questa società che nella quotidianetà ci vuole schiavi e non solo la domenica! ad andria c'è un sacco di disoccupazione, di sfruttamento, di criminalità...e tutto viene accettato...ebbene IO è QUESTO CHE NON ACCETTERò MAI!

Ma sai quanta gente sopravvive con il lavoro nero. Oggi come oggi chi non ha un lavoro fisso si deve arrangiare come può.
Ogni tanto lascia da parte il tuo schieramento politico nei discorsi che fai Very Happy

Si quei cari imprenditori che fanno beneficenza!! Ogni tanto ragione con la testa e soprattutto con il cervello!! La gente che lavora in nero è solo sfruttata per aumentare i margini di guadagno dello sfruttatore!!
purtroppo non è sempre così,molte volte si fa per tirare avanti

Quotissimo. Qualcuno non conosce bene la crisi che stanno attraversando quasi tutti gli imprenditori in questo periodo, soprattutto nel settore tessile e si è costretti purtroppo a limitare al massimo le spese per non chiudere i battenti. Certo non è una bella cosa da vedere ma purtroppo pur di sbarcare il lunario a qualcosa si è costretti a rinunciare. Se non ti va di lavorare in nero (ragionamento giustissimo!) vai da un altra parte.

anche quando non stava la crisi di adesso il lavoro nero fioriva...ed è lo stesso che si è protratto fino ad oggi in cui la crisi si fa sentire! avete mai pensato che la crisi dei consumi può essere la conseguenza del lavoro sottopagato e non il contrario??? buona giornata di riflessione....
Ma credi veramente che un concetto così semplice e banale meriti una giornata di riflessione?! Spero che tu non ci abbia messo lo stesso tempo.

RIVERA 111
Cannoniere
Cannoniere

Numero di messaggi : 617
Data d'iscrizione : 19.07.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  andrisano il Gio Ott 06, 2011 8:27 am

RIVERA 111 ha scritto:
andrisano ha scritto:
Massimein ha scritto:
andria per sempre ha scritto:
rmancio ha scritto:
valerioforzandria ha scritto:
andrisano ha scritto:
Massimein ha scritto:
udveit ha scritto:
C'è anche da dire che stamattina ho letto che quel maglificio neanche all'INPS risultava e che le operaie lavoravano a "nero", quindi poverette venivano sfruttate altro che dire:" ma stiamo sicure qua a lavorare?"


Questo è un discorso a parte. Quelle poverette erano consapevoli ed avevano accettato di lavorare a nero , purtroppo questa è una piaga della nostra zona soprattutto nel settore tessile.

Non sono d'accordo! questo è un ricatto sociale vero e proprio....sai quando sento i discorsi sulla tessera del tifoso come privazione di libertà, questione di principio, ecc. ecc... penso che sono solo cazzate.

La verità è che la questione della tessera è l'ultima ruota del carro...e nn capisco come si fa a non capire che il lavoro nero senza condizioni di sicurezza, assistenziali e previdenziali SONO LA VERA PRIVAZIONE DI LIBERTA'!!!! IL RESTO VIENE DOPO!

Non capisco come facciamo a non ribellarci a questa società che nella quotidianetà ci vuole schiavi e non solo la domenica! ad andria c'è un sacco di disoccupazione, di sfruttamento, di criminalità...e tutto viene accettato...ebbene IO è QUESTO CHE NON ACCETTERò MAI!

Ma sai quanta gente sopravvive con il lavoro nero. Oggi come oggi chi non ha un lavoro fisso si deve arrangiare come può.
Ogni tanto lascia da parte il tuo schieramento politico nei discorsi che fai Very Happy

Si quei cari imprenditori che fanno beneficenza!! Ogni tanto ragione con la testa e soprattutto con il cervello!! La gente che lavora in nero è solo sfruttata per aumentare i margini di guadagno dello sfruttatore!!
purtroppo non è sempre così,molte volte si fa per tirare avanti

Quotissimo. Qualcuno non conosce bene la crisi che stanno attraversando quasi tutti gli imprenditori in questo periodo, soprattutto nel settore tessile e si è costretti purtroppo a limitare al massimo le spese per non chiudere i battenti. Certo non è una bella cosa da vedere ma purtroppo pur di sbarcare il lunario a qualcosa si è costretti a rinunciare. Se non ti va di lavorare in nero (ragionamento giustissimo!) vai da un altra parte.

anche quando non stava la crisi di adesso il lavoro nero fioriva...ed è lo stesso che si è protratto fino ad oggi in cui la crisi si fa sentire! avete mai pensato che la crisi dei consumi può essere la conseguenza del lavoro sottopagato e non il contrario??? buona giornata di riflessione....
Ma credi veramente che un concetto così semplice e banale meriti una giornata di riflessione?! Spero che tu non ci abbia messo lo stesso tempo.

se era così banale perchè non l'hai fatto tu visto che parli solo con frasi fatte??
la mia opinione è solo uno spunto di riflessione sulla crisi, visto che c'è qualcuno dell'idea opposta!
avatar
andrisano
Primo Ufficiale
Primo Ufficiale

Numero di messaggi : 815
Data d'iscrizione : 31.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  RIVERA 111 il Gio Ott 06, 2011 8:57 am

andrisano ha scritto:
RIVERA 111 ha scritto:
andrisano ha scritto:
Massimein ha scritto:
andria per sempre ha scritto:
rmancio ha scritto:
valerioforzandria ha scritto:
andrisano ha scritto:
Massimein ha scritto:
udveit ha scritto:
C'è anche da dire che stamattina ho letto che quel maglificio neanche all'INPS risultava e che le operaie lavoravano a "nero", quindi poverette venivano sfruttate altro che dire:" ma stiamo sicure qua a lavorare?"


Questo è un discorso a parte. Quelle poverette erano consapevoli ed avevano accettato di lavorare a nero , purtroppo questa è una piaga della nostra zona soprattutto nel settore tessile.

Non sono d'accordo! questo è un ricatto sociale vero e proprio....sai quando sento i discorsi sulla tessera del tifoso come privazione di libertà, questione di principio, ecc. ecc... penso che sono solo cazzate.

La verità è che la questione della tessera è l'ultima ruota del carro...e nn capisco come si fa a non capire che il lavoro nero senza condizioni di sicurezza, assistenziali e previdenziali SONO LA VERA PRIVAZIONE DI LIBERTA'!!!! IL RESTO VIENE DOPO!

Non capisco come facciamo a non ribellarci a questa società che nella quotidianetà ci vuole schiavi e non solo la domenica! ad andria c'è un sacco di disoccupazione, di sfruttamento, di criminalità...e tutto viene accettato...ebbene IO è QUESTO CHE NON ACCETTERò MAI!

Ma sai quanta gente sopravvive con il lavoro nero. Oggi come oggi chi non ha un lavoro fisso si deve arrangiare come può.
Ogni tanto lascia da parte il tuo schieramento politico nei discorsi che fai Very Happy

Si quei cari imprenditori che fanno beneficenza!! Ogni tanto ragione con la testa e soprattutto con il cervello!! La gente che lavora in nero è solo sfruttata per aumentare i margini di guadagno dello sfruttatore!!
purtroppo non è sempre così,molte volte si fa per tirare avanti

Quotissimo. Qualcuno non conosce bene la crisi che stanno attraversando quasi tutti gli imprenditori in questo periodo, soprattutto nel settore tessile e si è costretti purtroppo a limitare al massimo le spese per non chiudere i battenti. Certo non è una bella cosa da vedere ma purtroppo pur di sbarcare il lunario a qualcosa si è costretti a rinunciare. Se non ti va di lavorare in nero (ragionamento giustissimo!) vai da un altra parte.

anche quando non stava la crisi di adesso il lavoro nero fioriva...ed è lo stesso che si è protratto fino ad oggi in cui la crisi si fa sentire! avete mai pensato che la crisi dei consumi può essere la conseguenza del lavoro sottopagato e non il contrario??? buona giornata di riflessione....
Ma credi veramente che un concetto così semplice e banale meriti una giornata di riflessione?! Spero che tu non ci abbia messo lo stesso tempo.

se era così banale perchè non l'hai fatto tu visto che parli solo con frasi fatte??
la mia opinione è solo uno spunto di riflessione sulla crisi, visto che c'è qualcuno dell'idea opposta!
La banalità non implica la candivisibilità.
Comunque, se prima non ero stato chiaro cerco di rimediare: Sei molto saccente nel credere che i tuoi messaggi meritano una "giornata di riflessione".
P.s. Spero di non aver scritto una cosa che già ti hanno detto, e che puoi scambiare per frase fatta.

RIVERA 111
Cannoniere
Cannoniere

Numero di messaggi : 617
Data d'iscrizione : 19.07.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  andrisano il Gio Ott 06, 2011 9:14 am

RIVERA 111 ha scritto:
andrisano ha scritto:
RIVERA 111 ha scritto:
andrisano ha scritto:
Massimein ha scritto:
andria per sempre ha scritto:
rmancio ha scritto:
valerioforzandria ha scritto:
andrisano ha scritto:
Massimein ha scritto:
udveit ha scritto:
C'è anche da dire che stamattina ho letto che quel maglificio neanche all'INPS risultava e che le operaie lavoravano a "nero", quindi poverette venivano sfruttate altro che dire:" ma stiamo sicure qua a lavorare?"


Questo è un discorso a parte. Quelle poverette erano consapevoli ed avevano accettato di lavorare a nero , purtroppo questa è una piaga della nostra zona soprattutto nel settore tessile.

Non sono d'accordo! questo è un ricatto sociale vero e proprio....sai quando sento i discorsi sulla tessera del tifoso come privazione di libertà, questione di principio, ecc. ecc... penso che sono solo cazzate.

La verità è che la questione della tessera è l'ultima ruota del carro...e nn capisco come si fa a non capire che il lavoro nero senza condizioni di sicurezza, assistenziali e previdenziali SONO LA VERA PRIVAZIONE DI LIBERTA'!!!! IL RESTO VIENE DOPO!

Non capisco come facciamo a non ribellarci a questa società che nella quotidianetà ci vuole schiavi e non solo la domenica! ad andria c'è un sacco di disoccupazione, di sfruttamento, di criminalità...e tutto viene accettato...ebbene IO è QUESTO CHE NON ACCETTERò MAI!

Ma sai quanta gente sopravvive con il lavoro nero. Oggi come oggi chi non ha un lavoro fisso si deve arrangiare come può.
Ogni tanto lascia da parte il tuo schieramento politico nei discorsi che fai Very Happy

Si quei cari imprenditori che fanno beneficenza!! Ogni tanto ragione con la testa e soprattutto con il cervello!! La gente che lavora in nero è solo sfruttata per aumentare i margini di guadagno dello sfruttatore!!
purtroppo non è sempre così,molte volte si fa per tirare avanti

Quotissimo. Qualcuno non conosce bene la crisi che stanno attraversando quasi tutti gli imprenditori in questo periodo, soprattutto nel settore tessile e si è costretti purtroppo a limitare al massimo le spese per non chiudere i battenti. Certo non è una bella cosa da vedere ma purtroppo pur di sbarcare il lunario a qualcosa si è costretti a rinunciare. Se non ti va di lavorare in nero (ragionamento giustissimo!) vai da un altra parte.

anche quando non stava la crisi di adesso il lavoro nero fioriva...ed è lo stesso che si è protratto fino ad oggi in cui la crisi si fa sentire! avete mai pensato che la crisi dei consumi può essere la conseguenza del lavoro sottopagato e non il contrario??? buona giornata di riflessione....
Ma credi veramente che un concetto così semplice e banale meriti una giornata di riflessione?! Spero che tu non ci abbia messo lo stesso tempo.

se era così banale perchè non l'hai fatto tu visto che parli solo con frasi fatte??
la mia opinione è solo uno spunto di riflessione sulla crisi, visto che c'è qualcuno dell'idea opposta!
La banalità non implica la candivisibilità.
Comunque, se prima non ero stato chiaro cerco di rimediare: Sei molto saccente nel credere che i tuoi messaggi meritano una "giornata di riflessione".
P.s. Spero di non aver scritto una cosa che già ti hanno detto, e che puoi scambiare per frase fatta.

uanna o ma ci probleim tinn?
avatar
andrisano
Primo Ufficiale
Primo Ufficiale

Numero di messaggi : 815
Data d'iscrizione : 31.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Massimein il Gio Ott 06, 2011 10:06 am

Con i margini di guadagno che ci sono al giorno d'oggi, se in Italia un operaio non costasse 3000 euro al mese tra stipendi, contributi, e cazzate varie sicuramente ci sarebbe molto meno lavoro nero.
Comunque siamo finiti off-topic. Sbaglio o oggi sono i funerali?
avatar
Massimein
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3140
Data d'iscrizione : 16.06.08
Età : 36

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  miky il Gio Ott 06, 2011 10:06 am

il discorso è molto ampio e basta con la solita storia del padrone e l'operaio perche nn è sempre cosi,il problema forse potrebbe anche essere un altro ma avete mai pensato perche per tenere un operaio in regola costa un bordello di soldi? vi sembra giusto che il governo si frega na marea di tasse sul datore di lavoro e sul dipendente? secondo me questo è il vero problema che fà aumentare il nero e poi dimenticate che in molti casi anche all operaio conviene restare in nero per nn aumentare il reddito ed usufruire di incentivi e assegni vari quindi nn generalizziamo sempre tutto. Provate ad aprire un negozio un bar o qualsiasi altra attività e vedete come vi massacrano di tasse controlli e super controlli

miky
Cannoniere
Cannoniere

Numero di messaggi : 561
Data d'iscrizione : 16.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  salinar il Gio Ott 06, 2011 10:38 am

giustissimo.E NON DIMENTICHIAMO CHE AL TITOLARE E' MORTA UNA FIGLIA!STATO DI MERDA
avatar
salinar
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2482
Data d'iscrizione : 17.06.08
Età : 35

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  andrisano il Gio Ott 06, 2011 10:48 am

fermo restando il massimo rispetto per le vittime...il mio intervento era finalizzato a condannare quegli imprenditori che da un lato vogliono risparmiare sui contributi e sui salari e poi dall'altro lato si comprano il suv (con i soldi risparmiati).
qui nessuno dice che la pressione fiscale non è alta oppure che non c'è disoccupazione per cui ogni lavoro è buono. Io dico che chi vuole giustificare con "la crisi" i comportamenti fuorilegge del padrone è fuori strada proprio perchè sottopagando (e ricattando) gli operai non pemette loro di avere piu moneta e far girare i terrisi!. Inoltre voglio rammentare che se le tasse non vengono abbassate ai piccoli-medi imprenditori è perchè NON si vogliono tassare i grandi imprenditori (magari con una bella patrimoniale!).
ora direte che la butto sempre in politica, ma ragazzi stiamo parlando sempre dell'Italia e come faceva notare qualcuno il discorso è complesso ed è tutto collegato.
avatar
andrisano
Primo Ufficiale
Primo Ufficiale

Numero di messaggi : 815
Data d'iscrizione : 31.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Zio Peppe il Gio Ott 06, 2011 11:12 am

No ma seriamente, se si parla di lavoro nero come di un favore, stiamo a parla proprio terra terra; anzi no terra terra, stiamo scavando a fondo nei livelli di conversazione.

Infilatevi una scopa su per il culo e andate a fà i cavalli ammaestrati al circo a 'sto punto. Uno zuccherino e siete contenti.
avatar
Zio Peppe
Cannoniere
Cannoniere

Numero di messaggi : 555
Data d'iscrizione : 09.07.09
Età : 31
Località : 3° anello della Nord

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  salinar il Gio Ott 06, 2011 11:13 am

classici discorsi da comunisti
avatar
salinar
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2482
Data d'iscrizione : 17.06.08
Età : 35

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Udveit il Gio Ott 06, 2011 11:15 am

miky ha scritto:il discorso è molto ampio e basta con la solita storia del padrone e l'operaio perche nn è sempre cosi,il problema forse potrebbe anche essere un altro ma avete mai pensato perche per tenere un operaio in regola costa un bordello di soldi? vi sembra giusto che il governo si frega na marea di tasse sul datore di lavoro e sul dipendente? secondo me questo è il vero problema che fà aumentare il nero e poi dimenticate che in molti casi anche all operaio conviene restare in nero per nn aumentare il reddito ed usufruire di incentivi e assegni vari quindi nn generalizziamo sempre tutto. Provate ad aprire un negozio un bar o qualsiasi altra attività e vedete come vi massacrano di tasse controlli e super controlli

Troppo presapochismo... Anche negli anni 80'/90' a Barletta e Andria si "navigava" nell'oro grazie ai maglifici e laboratori ma il lavoro a nero esisteva e la pressione fiscale era la metà... Quindi quale nesso logico c'è nel dire che ora un operaio costa 3000€ al mese??? Non lo mettevano in regola quando costava 500€ non credi???
Il discorso è un altro: se non puoi permetterti un'attività non aprirla perchè ti "dissangui" e fai una concorrenza sleale a quelli che invece cercano di essere in regola... Mi fai l'sempio dei bar, bene vale la pena avere 500 bar in una città e poi lavorare a nero per tenerli su??? Fai l'operaio!!! Ricordatevi che chi fa queste cose è il primo che crea concorrenza sleale e non fa aumentare i prezzi in tutti i sensi anche dei salar!!! Se lavori a nero per 400€ figuriamoci se uno in regola può chiedere un "ritocco" con i rincari che ci sono o viceversa un imprenditore chiedere qualcosa in più sulle commesse!!!

Udveit
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2030
Data d'iscrizione : 16.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Onore_NBG il Gio Ott 06, 2011 11:20 am

miky ha scritto:il discorso è molto ampio e basta con la solita storia del padrone e l'operaio perche nn è sempre cosi,il problema forse potrebbe anche essere un altro ma avete mai pensato perche per tenere un operaio in regola costa un bordello di soldi? vi sembra giusto che il governo si frega na marea di tasse sul datore di lavoro e sul dipendente? secondo me questo è il vero problema che fà aumentare il nero e poi dimenticate che in molti casi anche all operaio conviene restare in nero per nn aumentare il reddito ed usufruire di incentivi e assegni vari quindi nn generalizziamo sempre tutto. Provate ad aprire un negozio un bar o qualsiasi altra attività e vedete come vi massacrano di tasse controlli e super controlli
avatar
Onore_NBG
Timoniere
Timoniere

Numero di messaggi : 218
Data d'iscrizione : 30.10.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  dj_miki il Gio Ott 06, 2011 11:31 am

forse avete dimenticato cosa è successo: sono morte delle persone che stavano lavorando, schiacciate da un palazzo...non sono morte a causa del lavoro che stavano facendo, ma a causa del crollo dello stabile dove stavano lavorando...se vogliamo discutere, dobbiamo farlo nell'intento di capire di chi è la colpa del crollo del palazzo, chi ha autorizzato la demolizione del palazzo confinante, ecc.... state parlando dei padroni e del lavoro nero, che in questo caso conta ben poco!

ps spero che lo state facenodo di proposito, se non fosse così soit prop taroit...

_________________
chi si accontenta gode, chi gode non si accontenta maiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
avatar
dj_miki
Admin
Admin

Numero di messaggi : 3556
Data d'iscrizione : 22.04.09
Località : ANDRIA

Vedi il profilo dell'utente http://www.futsalandria.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Zio Peppe il Gio Ott 06, 2011 11:34 am

"Comunisti"

Miki, come moderatore del forum, dovresti essere ben contento che si stia sviluppando una discussione abbastanza articolata. Se si stacca dall'argomento del topic chi se ne frega.
avatar
Zio Peppe
Cannoniere
Cannoniere

Numero di messaggi : 555
Data d'iscrizione : 09.07.09
Età : 31
Località : 3° anello della Nord

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  dj_miki il Gio Ott 06, 2011 11:41 am

Zio Peppe ha scritto:"Comunisti"

Miki, come moderatore del forum, dovresti essere ben contento che si stia sviluppando una discussione abbastanza articolata. Se si stacca dall'argomento del topic chi se ne frega.
io non sono scontendo che si discute, ma credo che in questo caso il lavoro nero conta poco se non niente, xke anche se tutti i lavoratori erano regolarmente dichiarati ed il palazzo crollava non cambiava nulla...l'unica cosa che cambia è l'accusa contro il datore di lavoro, ma le vite umane contano molto di più di questo...spero di esser stato chiaro

_________________
chi si accontenta gode, chi gode non si accontenta maiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
avatar
dj_miki
Admin
Admin

Numero di messaggi : 3556
Data d'iscrizione : 22.04.09
Località : ANDRIA

Vedi il profilo dell'utente http://www.futsalandria.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum