La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Onore_NBG il Sab Ott 08, 2011 7:01 am

ragazzi i vostri discorsi sono ampi e chi in un senso chi in un altro possiamo trovare un punto in comune cioè il lavoratore schiavo. Io vi dico la mia, sono un lavoratore a nero guadagno giusto l indispensabile per me per mantenere la mia auto e Ovviamente per fare il minimo indispensabile per ke cavolate varie tipo pizza con la mia ragazza ecc. Ora pur volendo ribellarmi facendo di Tutto per una assunzione già so che perdo in partenza perché io so già la loro rsp la parola magica crisi... Già so perché con gentilezza e molta calma gli e lo chiesto ma la mia richiesta e stata più che vana... Ora la soluzione a tutto cio o fai il fesso e continui a fare il bravo schiavo senza orari e senza diritti oppure ti trovi un altro lavoro... Cosa matematicamente quasi impossibile... A voi una soluzione... Grazie a chi mi rsp e a chi mi capisce...
avatar
Onore_NBG
Timoniere
Timoniere

Numero di messaggi : 218
Data d'iscrizione : 30.10.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Udveit il Sab Ott 08, 2011 7:22 am

Onore_NBG ha scritto:ragazzi i vostri discorsi sono ampi e chi in un senso chi in un altro possiamo trovare un punto in comune cioè il lavoratore schiavo. Io vi dico la mia, sono un lavoratore a nero guadagno giusto l indispensabile per me per mantenere la mia auto e Ovviamente per fare il minimo indispensabile per ke cavolate varie tipo pizza con la mia ragazza ecc. Ora pur volendo ribellarmi facendo di Tutto per una assunzione già so che perdo in partenza perché io so già la loro rsp la parola magica crisi... Già so perché con gentilezza e molta calma gli e lo chiesto ma la mia richiesta e stata più che vana... Ora la soluzione a tutto cio o fai il fesso e continui a fare il bravo schiavo senza orari e senza diritti oppure ti trovi un altro lavoro... Cosa matematicamente quasi impossibile... A voi una soluzione... Grazie a chi mi rsp e a chi mi capisce...

Ora ti faccio io una domanda: secondo te è giusto che tu spaccandoti il culo senza orari, contributi, diritti ecc... permetti al tuo datore di lavoro di guadagnare e fare la "bella vita"??? Per me no!!! Ripeto: è facile parlare quando non sei coinvolto in prima persona ma se "subiamo" senza ribellarci il sistema non cambia; calcola che il tuo datore di lavoro così facendo, non permette ai suoi concorrenti di alzare la qualità del lavoro perchè avendo meno spese può fare dei prezzi più bassi!!! So bene che nel 90% dei casi resti senza lavoro ma a sto punto in me scatterebbe quella rabbia da farmi dire: c l'è bigghiè nghuel io la da bgghiè ngheul peur teu!!! E credimi dimostrando lo sfruttamento del lavoro le multe che avrebbe il tuo datore sono salatissime e poi vediamo se gli verrà ancora voglia di lavorare a nero... Fidati se un'azienda ha prospettive di crescita non si pone il fatto di voler risparmiare sui contributi, anzi senza la sleale concorrenza assumerebbe più gente!!! Nei discorsi bisogna essere lungimiranti altrimenti, scusa se te lo dico, che prospettive si creano per te se ora che non hai famiglia riesci a mala pena a pagarti la pizza il sabato e la macchina!!! Che farai un domani??? Andrai a rubare per pagarti fitto o mutuo, luce,acqua,gas, spesa quotidiana e mantenere un eventuale bimbo??? Sembra tutto così lontano da te ora ma fidati ci arrivi in un niente!!! Poni le basi ora e lotta che un domani la situazione potrebbe diventare veramente triste!!!

Udveit
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2030
Data d'iscrizione : 16.06.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Onore_NBG il Sab Ott 08, 2011 7:38 am

Onore_NBG ha scritto:ragazzi i vostri discorsi sono ampi e chi in un senso chi in un altro possiamo trovare un punto in comune cioè il lavoratore schiavo. Io vi dico la mia, sono un lavoratore a nero guadagno giusto l indispensabile per me per mantenere la mia auto e Ovviamente per fare il minimo indispensabile per ke cavolate varie tipo pizza con la mia ragazza ecc. Ora pur volendo ribellarmi facendo di Tutto per una assunzione già so che perdo in partenza perché io so già la loro rsp la parola magica crisi... Già so perché con gentilezza e molta calma gli e lo chiesto ma la mia richiesta e stata più che vana... Ora la soluzione a tutto cio o fai il fesso e continui a fare il bravo schiavo senza orari e senza diritti oppure ti trovi un altro lavoro... Cosa matematicamente quasi impossibile... A voi una soluzione... Grazie a chi mi rsp e a chi mi capisce...
hai pienamente ragione ma infatti io la penso come te... Solo che prima di fare questo passo devo trovare per forza prima un altro lavoro se no come faccio? Il mio titolare un sostituto lo trova in un lampo anche con qualche euro in meno credimi perché io mi sono confrontato con altri ragazzi della mia età e credimi siamo tutti ma dico tutti sulla stessa barca se no peggio... Ho fatto altri colloqui con altre aziende ma quello che ti offrono ho è simale oppure ti fanno un contratto di lavoro ai minimi della legalità offrendoti un salario misero... Mi dispiace ma questa è la verità...
avatar
Onore_NBG
Timoniere
Timoniere

Numero di messaggi : 218
Data d'iscrizione : 30.10.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Fox il Sab Ott 08, 2011 7:55 am

Dalle opinioni di alcuni utenti sembra che chi offra lavoro "a nero"faccia un favore alla nostra società.
Forse non ci si rende conto che lavorare a nero per guadagnare 4 euro all'ora significa essere schiavi da tanti punti di vista:
-Innanzi tutto paga molto bassa
-Assenza di alcun tipo di contribuzione previdenziale=pensione praticamente impossibile
-Assenza di alcun tipo di tutela e di sicurezza sul lavoro
-Ricattabilità perenne
e ce ne sarebbero tante e tante altre.

Concordo con chi dice che alcuni discorsi fann cadà oveir r vrazz.
Ragazzi avast a tramend la televisioun,ca foic moil.
Mi rattrista soprattutto chi scrive frasi propagandistiche del tipo "Comunisti"etc,evidentemente non avendo una propria opinione,ma solo
facendo un copia incolla mentale di quello che gli viene propinato altrove.
Salud

Fox
Timoniere
Timoniere

Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 12.07.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  fidelis277 il Sab Ott 08, 2011 8:16 am

Onore_NBG ha scritto:
Onore_NBG ha scritto:ragazzi i vostri discorsi sono ampi e chi in un senso chi in un altro possiamo trovare un punto in comune cioè il lavoratore schiavo. Io vi dico la mia, sono un lavoratore a nero guadagno giusto l indispensabile per me per mantenere la mia auto e Ovviamente per fare il minimo indispensabile per ke cavolate varie tipo pizza con la mia ragazza ecc. Ora pur volendo ribellarmi facendo di Tutto per una assunzione già so che perdo in partenza perché io so già la loro rsp la parola magica crisi... Già so perché con gentilezza e molta calma gli e lo chiesto ma la mia richiesta e stata più che vana... Ora la soluzione a tutto cio o fai il fesso e continui a fare il bravo schiavo senza orari e senza diritti oppure ti trovi un altro lavoro... Cosa matematicamente quasi impossibile... A voi una soluzione... Grazie a chi mi rsp e a chi mi capisce...
hai pienamente ragione ma infatti io la penso come te... Solo che prima di fare questo passo devo trovare per forza prima un altro lavoro se no come faccio? Il mio titolare un sostituto lo trova in un lampo anche con qualche euro in meno credimi perché io mi sono confrontato con altri ragazzi della mia età e credimi siamo tutti ma dico tutti sulla stessa barca se no peggio... Ho fatto altri colloqui con altre aziende ma quello che ti offrono ho è simale oppure ti fanno un contratto di lavoro ai minimi della legalità offrendoti un salario misero... Mi dispiace ma questa è la verità...

Mi dispiace sapere dell' esistenza di situazioni del genere...fortunatamente ho sempre lavorato al Nord e di questi problemi non ho mai visto l' ombra, anzi, sono tra quelli che ogni mese vedevano il loro stipendio dimezzato dalle tasse! Tuttavia, avendo tutti i parenti che vivono ad Andria, mi è capitato di avere una situazione identica nella mia famiglia...zero contributi, retribuzione ai minimi livelli, libertà di licenziamento arbitraria e chi più ne ha ne metta! Già tu hai provato a parlarne di una regolarizzazione e ti assicuro che, da quello che sento, sei una mosca bianca! Molti vivono anni in questa condizione trovandosi purtroppo dopo anni col cu*o per terra...la soluzione sta sia nell' informazione che nella consapevolezza dei propri diritti!Molto spesso uno rimane completamente nelle mani del padrone e ritiene non opportuno alzare un polverone contro chi in quel momento ti sta dando da vivere...invece ti assicuro che una regolarizzazione di un dipendente per un' impresa costa molto meno di una denuncia e di una causa legale dove, nella condizione in cui sei, vinceresti in partenza! Se con le buone nn si riesce, allora l' unica soluzione resta quest' ultima...nel lavoro tra dipendente e datore di lavoro, quando si parla di diritti, non esiste nè riconoscenza nè tantomento riverenza! Anche perchè da queste parti i datori di lavoro fanno del ricatto una vera e propria arma puntata sui propri lavoratori...e fortunatamente qualche legge ancora tutela il lavoro dipendente!
avatar
fidelis277
Timoniere
Timoniere

Numero di messaggi : 123
Data d'iscrizione : 22.09.10
Località : Bologna

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Massimein il Sab Ott 08, 2011 1:11 pm

Se costasse meno mantenere un lavoratore dipendente in regola sicuramente ci sarebbe molto meno nero.
E' vero, la colpa è di Berlusconi...
avatar
Massimein
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3140
Data d'iscrizione : 16.06.08
Età : 37

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  andrisano il Sab Ott 08, 2011 4:24 pm

Massimein ha scritto:Se costasse meno mantenere un lavoratore dipendente in regola sicuramente ci sarebbe molto meno nero.
E' vero, la colpa è di Berlusconi...
infatti la "colpa" è della legge n.30 o cosiddetta legge biagi (visto che è stato ammazzato dalle "nuove br" Shocked è anche impossibile criticarla altrimenti ti danno del terrorista)...indovina tu sotto quale governo!
avatar
andrisano
Primo Ufficiale
Primo Ufficiale

Numero di messaggi : 815
Data d'iscrizione : 31.07.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Massimein il Sab Ott 08, 2011 7:30 pm

andrisano ha scritto:
Massimein ha scritto:Se costasse meno mantenere un lavoratore dipendente in regola sicuramente ci sarebbe molto meno nero.
E' vero, la colpa è di Berlusconi...
infatti la "colpa" è della legge n.30 o cosiddetta legge biagi (visto che è stato ammazzato dalle "nuove br" Shocked è anche impossibile criticarla altrimenti ti danno del terrorista)...indovina tu sotto quale governo!

Il problema è molto più vecchio della Legge Biagi. Anzi adesso rispetto a quando i nostri padri erano giovani c'è meno lavoro nero.
avatar
Massimein
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3140
Data d'iscrizione : 16.06.08
Età : 37

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  crisantemi17 il Sab Ott 08, 2011 7:31 pm

LAVORO:"......................................................................................................................................................................... SE LO CONOSCI EVITALO.........................................................
avatar
crisantemi17
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 1011
Data d'iscrizione : 08.06.09
Età : 36
Località : andria

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  andria nel cuore il Sab Ott 08, 2011 7:35 pm

ter.giu-andria e basta ha scritto:LAVORO:"......................................................................................................................................................................... SE LO CONOSCI EVITALO.........................................................
cosa ke copi le mia battute??

andria nel cuore
Navigatore
Navigatore

Numero di messaggi : 295
Data d'iscrizione : 30.11.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  crisantemi17 il Sab Ott 08, 2011 7:41 pm

andria nel cuore ha scritto:
ter.giu-andria e basta ha scritto:LAVORO:"......................................................................................................................................................................... SE LO CONOSCI EVITALO.........................................................
cosa ke copi le mia battute??
Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy facemc m na rsoit
avatar
crisantemi17
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 1011
Data d'iscrizione : 08.06.09
Età : 36
Località : andria

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  NEW BLU GENERATION il Sab Ott 08, 2011 7:54 pm

ter.giu-andria e basta ha scritto:
andria nel cuore ha scritto:
ter.giu-andria e basta ha scritto:LAVORO:"......................................................................................................................................................................... SE LO CONOSCI EVITALO.........................................................
cosa ke copi le mia battute??
Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy facemc m na rsoit

Ca ia megh, do stan asè proffsur.
avatar
NEW BLU GENERATION
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2531
Data d'iscrizione : 10.08.09
Età : 39
Località : ANDRIA (AD)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  crisantemi17 il Sab Ott 08, 2011 8:00 pm

negli anni 80/90 si viveva meglio, grazie alle poche tasse, non esisteva il registratore di cassa obbligatorio(no che oggi se non fai 1 scontrino di 0,50 cent prendi 1000 euro di multa), c'erano piu lavoratori contenti e meno studenti forzati(vedi l'obbligo ad uno che di studiare proprio non ne vuole sapere e vuole lavorare, no cazzo, non vuoi studiare, ci devi andare afforza, e se nnon finisci gli studi?????fino a 18 anni non puoi essere ingaggiato.....w l'italia.....ma mi dite nu trmaun di ragazzo di oggi che soolo perche na puttanedd gli dice che ti devi fare il ciuffo a destra se no non si scopa,lui se lo fa, quando deve iniziare a lavorare con queste leggi del cazzo??????quando deve iniziare a mettere la basi per il suo futuro????? quando deve iniziarre a capire davvero il significato della parola lavoro?????)negli anni 80/90 si viveva meglio perche non c'erano tanti figli di papa' che andavano alle universita'(almeno ad andria);si viveva meglio grazie al lavoro nero, che permetteva di far girare l'economia, si viveva meglio grazie alle sigarette a contrabando(mick steiv u skeif ca stye mo pe la puttoin de lla cocaina)ps-----IO SONO UN OPERAIO, CHE HO INIZIATO A LAVORARE A 14ANNI E 8 MESI(MA VENGO DA ESPERIENZE PRECEDENTI, GIA A 9 ANNI ANDAVO A LAVORARE AL MECCANICO ED ERO ORGOGLIOSO), A NERO PER 2 ANNI E QUESTO OGGI NON MI FA CERTO PIACERE, MA GRAZIE A QUEGLI ANNI ED ALLA GENTE CHE AVEVO ATTORNO ORA SONO FELICISSIMO DELLA MIA VITA PROFESSIONALE, E MI STO TOGLIENDO DELLE BELLE SODDISFAZIONI, ANCHE SE FORSE UN PO SOTTOPAGATO, MA VISTO I TEMPI CHE CORRIAMO IO STO D'ORO A DIFFERENZA DI ALTRI MIEI COETANEI.....
avatar
crisantemi17
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 1011
Data d'iscrizione : 08.06.09
Età : 36
Località : andria

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  blueandria il Sab Ott 08, 2011 10:29 pm

ter.giu-andria e basta ha scritto:negli anni 80/90 si viveva meglio, grazie alle poche tasse, non esisteva il registratore di cassa obbligatorio(no che oggi se non fai 1 scontrino di 0,50 cent prendi 1000 euro di multa), c'erano piu lavoratori contenti e meno studenti forzati(vedi l'obbligo ad uno che di studiare proprio non ne vuole sapere e vuole lavorare, no cazzo, non vuoi studiare, ci devi andare afforza, e se nnon finisci gli studi?????fino a 18 anni non puoi essere ingaggiato.....w l'italia.....ma mi dite nu trmaun di ragazzo di oggi che soolo perche na puttanedd gli dice che ti devi fare il ciuffo a destra se no non si scopa,lui se lo fa, quando deve iniziare a lavorare con queste leggi del cazzo??????quando deve iniziare a mettere la basi per il suo futuro????? quando deve iniziarre a capire davvero il significato della parola lavoro?????)negli anni 80/90 si viveva meglio perche non c'erano tanti figli di papa' che andavano alle universita'(almeno ad andria);si viveva meglio grazie al lavoro nero, che permetteva di far girare l'economia, si viveva meglio grazie alle sigarette a contrabando(mick steiv u skeif ca stye mo pe la puttoin de lla cocaina)ps-----IO SONO UN OPERAIO, CHE HO INIZIATO A LAVORARE A 14ANNI E 8 MESI(MA VENGO DA ESPERIENZE PRECEDENTI, GIA A 9 ANNI ANDAVO A LAVORARE AL MECCANICO ED ERO ORGOGLIOSO), A NERO PER 2 ANNI E QUESTO OGGI NON MI FA CERTO PIACERE, MA GRAZIE A QUEGLI ANNI ED ALLA GENTE CHE AVEVO ATTORNO ORA SONO FELICISSIMO DELLA MIA VITA PROFESSIONALE, E MI STO TOGLIENDO DELLE BELLE SODDISFAZIONI, ANCHE SE FORSE UN PO SOTTOPAGATO, MA VISTO I TEMPI CHE CORRIAMO IO STO D'ORO A DIFFERENZA DI ALTRI MIEI COETANEI.....
Premesso che "se ti fai il ciuffo a destra per sentire na puttanedd" sei già un poveraccio e un perdente senza un briciolo di carattere (tanto più perchè ti scegli la puttanella ad una ragazza più "seria") io ti pongo una domanda: secondo te lo Stato italiano attua un sistema di tassazione equo per i piccoli imprenditori e i lavoratori? ti pare giusto che io devo lasciare quasi la metà del mio stipendio allo stato quando invece ci sono redditi alti che in proporzione non pagano un cazzo? allora,se vogliamo dirla tutta,il discorso non è dell'imprenditore che sottopaga (o sfrutta) l'operaio o dell'operaio che lavora a nero,quelli sono solo i risultati di un sistema tassativo totalmente sballato!

Perciò ti dico devi guardare tutto il sistema a monte: comincia a ridurre la tassazione alle classi sociali che ti dicevo (la maggiorparte del paese,piccoli imprenditori e lavoratori), in relazione a questo attua controlli come si deve sulla regolarità dei contratti e sulle condizioni di lavoro (riducendo l'evasione) e vedi che a ruota ci saranno meccanismi a catena che favoriranno consumi ed economia... non che invece supertassi i comuni mortali perchè il debito italiano cresce di 20miliardi al mese e stiamo ormai in bancarotta mentre paghi un bordello di organizzazioni statali (Stato,Regioni,Province e Comuni con relativi costi e PRIVILEGI)! il lavoro nero per me è solo la conseguenza di questo sistema di merda!
avatar
blueandria
Primo Ufficiale
Primo Ufficiale

Numero di messaggi : 949
Data d'iscrizione : 24.08.08
Età : 31
Località : Andria, via "dalle palle i mercenari!"

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Massimein il Dom Ott 09, 2011 1:00 am

Vi quoto entrambi.
avatar
Massimein
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3140
Data d'iscrizione : 16.06.08
Età : 37

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  andria nel cuore il Dom Ott 09, 2011 10:15 am

valerioforzandria ha scritto:
ter.giu-andria e basta ha scritto:
andria nel cuore ha scritto:
ter.giu-andria e basta ha scritto:LAVORO:"......................................................................................................................................................................... SE LO CONOSCI EVITALO.........................................................
cosa ke copi le mia battute??
Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy facemc m na rsoit

Ca ia megh, do stan asè proffsur.
p pein ia u megh Very Happy Very Happy

andria nel cuore
Navigatore
Navigatore

Numero di messaggi : 295
Data d'iscrizione : 30.11.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  NEW BLU GENERATION il Dom Ott 09, 2011 11:06 am

andria nel cuore ha scritto:
valerioforzandria ha scritto:
ter.giu-andria e basta ha scritto:
andria nel cuore ha scritto:
ter.giu-andria e basta ha scritto:LAVORO:"......................................................................................................................................................................... SE LO CONOSCI EVITALO.........................................................
cosa ke copi le mia battute??
Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy facemc m na rsoit

Ca ia megh, do stan asè proffsur.
p pein ia u megh Very Happy Very Happy

Very Happy Laughing
avatar
NEW BLU GENERATION
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2531
Data d'iscrizione : 10.08.09
Età : 39
Località : ANDRIA (AD)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Udveit il Lun Ott 10, 2011 7:23 am

ter.giu-andria e basta ha scritto:negli anni 80/90 si viveva meglio, grazie alle poche tasse, non esisteva il registratore di cassa obbligatorio(no che oggi se non fai 1 scontrino di 0,50 cent prendi 1000 euro di multa), c'erano piu lavoratori contenti e meno studenti forzati(vedi l'obbligo ad uno che di studiare proprio non ne vuole sapere e vuole lavorare, no cazzo, non vuoi studiare, ci devi andare afforza, e se nnon finisci gli studi?????fino a 18 anni non puoi essere ingaggiato.....w l'italia.....ma mi dite nu trmaun di ragazzo di oggi che soolo perche na puttanedd gli dice che ti devi fare il ciuffo a destra se no non si scopa,lui se lo fa, quando deve iniziare a lavorare con queste leggi del cazzo??????quando deve iniziare a mettere la basi per il suo futuro????? quando deve iniziarre a capire davvero il significato della parola lavoro?????)negli anni 80/90 si viveva meglio perche non c'erano tanti figli di papa' che andavano alle universita'(almeno ad andria);si viveva meglio grazie al lavoro nero, che permetteva di far girare l'economia, si viveva meglio grazie alle sigarette a contrabando(mick steiv u skeif ca stye mo pe la puttoin de lla cocaina)ps-----IO SONO UN OPERAIO, CHE HO INIZIATO A LAVORARE A 14ANNI E 8 MESI(MA VENGO DA ESPERIENZE PRECEDENTI, GIA A 9 ANNI ANDAVO A LAVORARE AL MECCANICO ED ERO ORGOGLIOSO), A NERO PER 2 ANNI E QUESTO OGGI NON MI FA CERTO PIACERE, MA GRAZIE A QUEGLI ANNI ED ALLA GENTE CHE AVEVO ATTORNO ORA SONO FELICISSIMO DELLA MIA VITA PROFESSIONALE, E MI STO TOGLIENDO DELLE BELLE SODDISFAZIONI, ANCHE SE FORSE UN PO SOTTOPAGATO, MA VISTO I TEMPI CHE CORRIAMO IO STO D'ORO A DIFFERENZA DI ALTRI MIEI COETANEI.....

UN UOMO... UN MITO!!!
Non appena i miei neuroni fanno pace tra loro e riescono a decodificare il tuo messaggio subliminale rispondo!!!

Udveit
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2030
Data d'iscrizione : 16.06.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: La piaga del lavoro nero emersa dopo il tragico evento di Barletta

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum