Ecco la stella del Centenario Armstrong: "Sì al Giro 2009

Andare in basso

Ecco la stella del Centenario Armstrong: "Sì al Giro 2009

Messaggio  TifoAndria il Lun Ott 13, 2008 2:27 pm

Da grande appassionato di ciclismo quale sono, non potevo non inserire questa importantissima notizia. Il 7 volte vincitore del Tour de France il prossimo anno parteciperà al Giro d'Italia. Per cui, oltre al ritorno di Ivan Basso, ci sarà anche la presenza del campionissimo americano. Si prospetta un grande Giro d'Italia del centenario. Lo so che tutti direte:"E' un dopato". Vabbè, le voci e le insinuazioni sono tante, ma finora non è stato mai dimostrato niente. Mentre per Ivan Basso (io sono un suo grande fan), la condanna non era per uso di doping ma per essersi messo in contatto con un medico spagnolo che applicava queste pratiche. Le sue vittorie sono, a mio parere, tutte pulite.

Comunque ecco l'articolo tratto dal sito web: tifoandria.forumattivo.comgazzetta.it

Ecco la stella del Centenario Armstrong: "Sì al Giro 2009"

L'uomo che ha sconfitto il cancro e vinto sette Tour de France sarà al via della corsa rosa che il prossimo anno festeggerà il secolo di vita. "Non vedo l'ora che arrivi maggio, non ho mai partecipato al Giro, finalmente cancellerò questo rimpianto"

MILANO, 13 ottobre 2008 - Ora è ufficiale. Lance Armstrong parteciperà al Giro d'Italia del Centenario che partirà sabato 9 maggio 2009. E sarà una prima volta, perché il campione texano che ha sconfitto il cancro e ha vinto sette volte di fila il Tour de France, non era mai stato al via della corsa rosa organizzata da Rcs Sport. "Non aver mai preso parte al Giro era uno dei miei più grandi rimpianti da corridore - ha ammesso Armstrong, che potete guardare nel video in cui annuncia la sua presenza in Italia -. Finalmente potrò rifarmi. Sarà il Giro del Centenario e so quanto significhi per voi italiani. Tutti dicono che sarà solo per preparare il Tour, invece può essere che venga in Italia per vincere e che proprio il Giro sarà la mia vera corsa a tappe di tre settimane dell'anno".

IL RAPPORTO CON L'ITALIA - Angelo Zomegnan, direttore ciclismo di Rcs Sport, racconta i passaggi che hanno portato alla decisione: "I rapporti fra me e Armstrong non si sono mai interrotti dal suo addio al ciclismo agonistico nel 2005. Quest’anno ho percepito la possibilità che Lance potesse tornare alle competizioni da protagonista. Questa percezione è diventata concreta possibilità subito dopo la sua straordinaria performance del 9 agosto nella 100 miglia di Leadville, sulle Rocky Mountains, in Colorado, in sella a una mountain bike. Si è classificato secondo, ma mi hanno riferito un solo dato: volava! I contatti si sono infittiti tra Ferragosto e la metà di settembre. Ho ufficialmente invitato Lance al Giro d’Italia 2009 il 29 settembre, in occasione di un mio viaggio a Austin, Texas, dove Armstrong risiede".

ACCOPPIATA DA LEGGENDA - L'occasione che si prospetta davanti ad Armstrong è incredibile. "Nessun campionissimo del ciclismo si era concesso di non disputare il Giro d’Italia e Lance - prosegue Zomegnan - è ovviamente il solo che dopo aver vinto il Tour de France del Centenario potrebbe centrare la leggendaria accoppiata col Giro d’Italia del Centenario che si celebrerà nel 2009 dal 9 al 31 maggio. Lance sa bene quale affetto gli italiani abbiano per lui dagli anni in cui risiedeva sulle sponde del lago di Como, un affetto che non ha eguali negli altri Paesi d’Europa. Va poi considerato il progetto della Lance Armstrong Foundation, più semplicemente Livestrong, all’interno del quale l’Italia e il Giro rappresenterebbero territori particolarmente indicati e dinamici per la sensibilizzazione generale al problema della lotta al cancro".

I PRIMI SEGNALI - Proprio l'impegno nella lotta al male che tra il '96 e il '97 lo obbligò a cicli di terapia terribili, era stato ribadito da Armstrong alla fine di settembre. "Se riuscirò a sensibilizzare il premier Berlusconi sulla lotta al cancro - aveva detto in una conferenza stampa a New York - allora potrebbe essere l'anno buono per correre in Italia". Agli inizi di ottobre il secondo segnale, riferito agli aspetti tecnici di una stagione che per Armstrong inizierà il 18 gennaio in Australia con il circuito d'apertura del Tour Down Under: "Non corro da tre anni e mezzo. Per preparare il Tour ho bisogno di più giorni di gara e il Giro potrebbe essermi utile in questo senso". Lo sarà di certo, ma il messaggio che parte a sette mesi dal via della corsa rosa è che la sua partecipazione rischia di avere un significato importante anche per la classifica generale.

GIRO DI STELLE - L'Astana, che alla Grande Boucle dovrà gestire la convivenza tra l'americano e Alberto Contador (il vincitore del Giro 2008), sarà una delle formazioni di punta di una corsa che proporrà duelli già consumati nel recente passato, come quello tra lo stesso Armstrong e Ivan Basso (al rientro dopo la squalifica e subito in gara nella Japan Cup del 26 ottobre), e del tutto inediti, considerate le presenze già annunciate del campione del Mondo Alessandro Ballan e di Damiano Cunego, sempre più orientato a lottare per la vittoria del Giro, già conquistato nel 2004.

_________________
Amministratore del forum TifoAndria
avatar
TifoAndria
Admin
Admin

Numero di messaggi : 2928
Data d'iscrizione : 15.06.08
Età : 35
Località : Andria

Visualizza il profilo http://tifoandria.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum