NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Pagina 25 di 28 Precedente  1 ... 14 ... 24, 25, 26, 27, 28  Seguente

Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  frankie87 il Mer Lug 20, 2011 1:29 pm

https://tifoandria.forumattivo.comtifoandria.forumattivo.comasandriabat.it/news/view_home.php?id=1712
Si vede che non sono stati fatti tanti abbonamenti ricordo che il presidente si augurava almeno 2500 abbonati credo che siamo molto lontano.
frankie87
frankie87
Mozzo
Mozzo

Numero di messaggi : 96
Data d'iscrizione : 15.05.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  Massimein il Mer Lug 20, 2011 1:46 pm

ABBONIAMOCI I AVAST!!!!
Massimein
Massimein
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3140
Data d'iscrizione : 16.06.08
Età : 38

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  pippoandria il Mer Lug 20, 2011 2:11 pm

Non avere la tessera in tasca non vuol dire non averla fatta, c'è una legge che la impone. Questi giorni la società comunica di voler fare di tutto per eliminare l'obbligo di farla, vuol dire che chi ha fatto l'abbonamento ha fatto anche la tessera.
pippoandria
pippoandria
Pelapatate
Pelapatate

Numero di messaggi : 37
Data d'iscrizione : 19.07.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  ele andria il Mer Lug 20, 2011 3:23 pm

pippoandria ha scritto:Non avere la tessera in tasca non vuol dire non averla fatta, c'è una legge che la impone. Questi giorni la società comunica di voler fare di tutto per eliminare l'obbligo di farla, vuol dire che chi ha fatto l'abbonamento ha fatto anche la tessera.
Ma che cazzata e questa!!!!

ele andria
Primo Ufficiale
Primo Ufficiale

Numero di messaggi : 965
Data d'iscrizione : 13.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  bender il Mer Lug 20, 2011 5:37 pm

pippoandria ha scritto:Non avere la tessera in tasca non vuol dire non averla fatta, c'è una legge che la impone. Questi giorni la società comunica di voler fare di tutto per eliminare l'obbligo di farla, vuol dire che chi ha fatto l'abbonamento ha fatto anche la tessera.

Se parli così dimostri di essere molto poco informato sulla questione: LA TESSERA NON E' IMPOSTA DA NESSUNA LEGGE.

E' una semplice circolare che i vari presidenti, per pavidità o per non avere rompimenti di ca..o seguono pedissequamente!
bender
bender
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 3158
Data d'iscrizione : 15.06.08
Età : 43
Località : Andria - Bari

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  pippoandria il Gio Lug 21, 2011 8:39 am

bender ha scritto:
pippoandria ha scritto:Non avere la tessera in tasca non vuol dire non averla fatta, c'è una legge che la impone. Questi giorni la società comunica di voler fare di tutto per eliminare l'obbligo di farla, vuol dire che chi ha fatto l'abbonamento ha fatto anche la tessera.

Se parli così dimostri di essere molto poco informato sulla questione: LA TESSERA NON E' IMPOSTA DA NESSUNA LEGGE.

E' una semplice circolare che i vari presidenti, per pavidità o per non avere rompimenti di ca..o seguono pedissequamente!
ok mi sono espresso male sull'imposizione, ma su resto cosa ne pensi?
pippoandria
pippoandria
Pelapatate
Pelapatate

Numero di messaggi : 37
Data d'iscrizione : 19.07.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  Onore_NBG il Gio Lug 21, 2011 10:23 am

pippoandria ha scritto:
bender ha scritto:
pippoandria ha scritto:Non avere la tessera in tasca non vuol dire non averla fatta, c'è una legge che la impone. Questi giorni la società comunica di voler fare di tutto per eliminare l'obbligo di farla, vuol dire che chi ha fatto l'abbonamento ha fatto anche la tessera.

Se parli così dimostri di essere molto poco informato sulla questione: LA TESSERA NON E' IMPOSTA DA NESSUNA LEGGE.

E' una semplice circolare che i vari presidenti, per pavidità o per non avere rompimenti di ca..o seguono pedissequamente!
ok mi sono espresso male sull'imposizione, ma su resto cosa ne pensi?

PIPPO se ami questi colori fai l'abbonamento e basta scuse.... Non ti preoccupare che nessuno ti obbligare a fare la tessera...

Cmq pippo... pippo anch'io... Laughing Laughing
Onore_NBG
Onore_NBG
Timoniere
Timoniere

Numero di messaggi : 218
Data d'iscrizione : 30.10.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  bender il Gio Lug 21, 2011 2:56 pm

pippoandria ha scritto:ok mi sono espresso male sull'imposizione, ma su resto cosa ne pensi?

Che la tessera è una cacata e chi si tessera è un cesso!
bender
bender
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 3158
Data d'iscrizione : 15.06.08
Età : 43
Località : Andria - Bari

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  In The Main il Sab Lug 30, 2011 9:43 am

https://tifoandria.forumattivo.combari.repubblica.it/sport/2011/07/30/foto/ultr_strade_colorate_di_manifesti_per_dire_no_alla_tessera_del_tifoso-19804431/1/

_____________________________________________________________

AL VIA I RICORSI DEI TIFOSI
Tessera del Tifoso: il Garante sulla Privacy chiede più trasparenza


Dopo il provvedimento del Garante della Privacy, che ha intimato alle società di calcio una maggiore trasparenza sul trattamento dei dati personali in sede di richiesta della tessera del tifoso sono stati depositati in questi giorni nei tribunali di varie città i ricorsi di abbonati, titolari della tessera, i quali chiedono il risarcimento dei danni subiti per il trattamento illecito dei loro dati personali. I tifosi in questione sono assistiti da un pool di professionisti composto dagli avvocati Lorenzo Contucci e Paolo Ricchiuto, del Foro di Roma, e dall'avvocato Giovanni Adami, del Foro di Udine.
Con il ricorso, ad oggi promosso da alcuni tifosi nei confronti della Juventus, del Milan, della Fiorentina, della Roma e del Monza, ogni singolo abbonato titolare della tessera dl tifoso chiede alla società un risarcimento di 1.000 euro.

https://tifoandria.forumattivo.comtifoandria.forumattivo.comilsitodifirenze.it
In The Main
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  Udveit il Sab Lug 30, 2011 10:18 am

Scusate senza voler fare polemica ma mi spiegate a che serve la tessera del tifoso???
Se quando io faccio un biglietto/abbonamento do i miei dati anagrafici e questi vengono comunicati a che serve la tessera??? Mi spiego: gli organi di polizia o con tessera o senza sanno che tizio o caio quel giorno sono allo stadio, in quel settore e "di regola" al quel posto... A che serve la tessera??? Per chi ha avuto precedenti penali???
Quale è il problema anche cosi lo si potrebbe sapere... allora mi chiedo: non è solo perchè questa tessera è collegata ad un circuito di banche che già ci guadagna nello stampare queste tessere nella speranza di acquisire nuovi clienti??? Sicuramente non scopro l'acqua calda e qualcuno già l'aveva evidenziato questa incongruenza (ma non ho letto tutto il topic) però personalmente ci tenevo a chiarire questa mia posizione.
Non faccio la tessera perchè non voglio essere schedato, in quanto come detto i miei dati già ce li hanno nel momento in cui faccio il biglietto ma solo perchè mi da al caxxo che debbano speculare su questa questione paventandola come la risoluzione del teppismo negli stadi!!! E' veramente vergognoso quello che si inventano!!!

Udveit
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2030
Data d'iscrizione : 16.06.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  bender il Lun Ago 01, 2011 1:59 pm

bender
bender
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 3158
Data d'iscrizione : 15.06.08
Età : 43
Località : Andria - Bari

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  LeoneRampante il Ven Ago 05, 2011 5:45 pm

Tessera del Tifoso 2011/2012:
"secondo l’accordo, dalla prossima stagione le trasferte saranno riservate soltanto ai possessori della “tessera del tifoso”.
L’accordo prevede una deroga nel caso in cui le società siano nelle condizioni di riservare posti nello stadio a tifosi ospiti senza tessera: le società interessate dovranno preventivamente farne richiesta all'Osservatorio sulle manifestazioni sportive ed indicare le misure organizzative che intendono adottare"


A proposito di questo l'A.S.Andria come si sta muovendo?
Sta allestendo un settore riservato agli ospiti non tesserati?
Farà come la scorsa stagione: tesserati e non tesserati tutti assieme nel settore ospiti?
LeoneRampante
LeoneRampante
Primo Ufficiale
Primo Ufficiale

Numero di messaggi : 825
Data d'iscrizione : 16.06.08
Località : Andria (AD)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  bender il Sab Ago 06, 2011 12:20 am

LeoneRampante ha scritto:Tessera del Tifoso 2011/2012:
"secondo l’accordo, dalla prossima stagione le trasferte saranno riservate soltanto ai possessori della “tessera del tifoso”.
L’accordo prevede una deroga nel caso in cui le società siano nelle condizioni di riservare posti nello stadio a tifosi ospiti senza tessera: le società interessate dovranno preventivamente farne richiesta all'Osservatorio sulle manifestazioni sportive ed indicare le misure organizzative che intendono adottare"


A proposito di questo l'A.S.Andria come si sta muovendo?
Sta allestendo un settore riservato agli ospiti non tesserati?
Farà come la scorsa stagione: tesserati e non tesserati tutti assieme nel settore ospiti?

Tu (che sei una persona "per bene") ti stai interessando di andria... e le trasferte a Sud Tirol, o a Trieste, o a Portogruaro, o a Bassano del grappa?

C'è qualcuno che si interessa di noi "poveri" non tesserati????
bender
bender
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 3158
Data d'iscrizione : 15.06.08
Età : 43
Località : Andria - Bari

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  LeoneRampante il Sab Ago 06, 2011 9:04 am

Mi sfugge il senso del tuo post.
LeoneRampante
LeoneRampante
Primo Ufficiale
Primo Ufficiale

Numero di messaggi : 825
Data d'iscrizione : 16.06.08
Località : Andria (AD)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  NEW BLU GENERATION il Sab Ago 06, 2011 9:52 am

LeoneRampante ha scritto:Tessera del Tifoso 2011/2012:
"secondo l’accordo, dalla prossima stagione le trasferte saranno riservate soltanto ai possessori della “tessera del tifoso”.
L’accordo prevede una deroga nel caso in cui le società siano nelle condizioni di riservare posti nello stadio a tifosi ospiti senza tessera: le società interessate dovranno preventivamente farne richiesta all'Osservatorio sulle manifestazioni sportive ed indicare le misure organizzative che intendono adottare"


A proposito di questo l'A.S.Andria come si sta muovendo?
Sta allestendo un settore riservato agli ospiti non tesserati?
Farà come la scorsa stagione: tesserati e non tesserati tutti assieme nel settore ospiti?

Speriamo che adottano quello evidenziato in grassetto almeno con le trasferte al nord dell'Andria noi sostenitori che abitiamo sù possiamo assistere alle partite.
NEW BLU GENERATION
NEW BLU GENERATION
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2531
Data d'iscrizione : 10.08.09
Età : 40
Località : ANDRIA (AD)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  bender il Lun Ago 08, 2011 11:23 am

LeoneRampante ha scritto:Mi sfugge il senso del tuo post.

Volevo dire che tu ti interessi agli eventuali ospiti che verranno ad Andria, perchè sei uno che ci tiene a queste cose (come me, naturalmente!), mentre dubito che le altre società si preoccupino di allestire zone per i non tesserati!
bender
bender
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 3158
Data d'iscrizione : 15.06.08
Età : 43
Località : Andria - Bari

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  LeoneRampante il Mar Ago 09, 2011 7:16 pm

Ok.



Il Consiglio Direttivo della Lega Pro, fin dalla decorsa stagione sportiva, ha deliberato l’istituzione della “Tessera del Tifoso di Lega Pro” che conterrà, nella grafica, la personalizzazione termografica del nome della squadra.
Quanto sopra nel rispetto delle normative amministrative e regolamentari vigenti e dei criteri stabiliti dall’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive e dal Ministero dell’Interno (vendita abbonamenti).

Ai possessori della Tessera sarà consentito – previo acquisto di idoneo titolo – l’accesso a tutti gli impianti sportivi a livello nazionale, anche nelle gare per le quali siano state adottate interdizioni e limitazioni.

La tessera, se attivata, oltre alla sua funzione primaria, può essere utilizzata come una normale carta di credito prepagata presso i negozi convenzionati Visa:
per gli acquisti su internet;
per prelevare contanti;
per ricaricare una Sim GSM prepagata;
per il pagamento di bollettini, ricariche telefoniche etc.
Può essere caricata in banca, presso uno sportello postale, da un’altra carta di credito o da un bancomat.

E’ predisposta anche per:
sviluppare programmi di fidelizzazione;
creare un proprio circuito offrendo a dipendenti, clienti e rivenditori in genere uno strumento di community, oltre ad essere un mezzo per avere accesso ad offerte esclusive.

Le Società di Lega Pro sono tenute ad aderire al Progetto “Tessera del Tifoso di Lega Pro”.

Si rappresenta inoltre che, ai fini della ripartizione degli introiti derivanti dai diritti audiovisivi, l’indice del bacino d’utenza, richiamato nel D.L. n.9 del 9/1/2008, e anche la ripartizione dei contributi, derivanti dalle iniziative marketing, verranno calcolati in considerazione del numero di tessere emesse per singola società.

Pubblicato in Firenze il 9 Agosto 2011


Tre righe per dire che con la TDT hai libero accesso agli stadi... poi marketing a go-go: (ste parole mi piacciono assai) clienti, ricariche, banche, poste, bollettini, prelevare contanti, visa, visa, visa, visa, visa, visa, visa, visa, visa, visa, visa, visa, visa, visa ecc... Ma la nostra passione si chiama pallone o si chiama istituti di credito!?


Contributi elargiti in base alle tessere emesse??? Qui potrebbe scattare il tesseramento selvaggio: per fare numero si potrebbe raccattare di tutto anche chi non sa manco cosa è uno stadio.

Società portate la tessera nelle banche, proponetela ai loro clienti e non ai tifosi, così ci guadagnerete.
LeoneRampante
LeoneRampante
Primo Ufficiale
Primo Ufficiale

Numero di messaggi : 825
Data d'iscrizione : 16.06.08
Località : Andria (AD)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  manu72 il Mer Ago 10, 2011 6:37 am

LeoneRampante ha scritto:Ok.



Il Consiglio Direttivo della Lega Pro, fin dalla decorsa stagione sportiva, ha deliberato l’istituzione della “Tessera del Tifoso di Lega Pro” che conterrà, nella grafica, la personalizzazione termografica del nome della squadra.
Quanto sopra nel rispetto delle normative amministrative e regolamentari vigenti e dei criteri stabiliti dall’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive e dal Ministero dell’Interno (vendita abbonamenti).

Ai possessori della Tessera sarà consentito – previo acquisto di idoneo titolo – l’accesso a tutti gli impianti sportivi a livello nazionale, anche nelle gare per le quali siano state adottate interdizioni e limitazioni.

La tessera, se attivata, oltre alla sua funzione primaria, può essere utilizzata come una normale carta di credito prepagata presso i negozi convenzionati Visa:
per gli acquisti su internet;
per prelevare contanti;
per ricaricare una Sim GSM prepagata;
per il pagamento di bollettini, ricariche telefoniche etc.
Può essere caricata in banca, presso uno sportello postale, da un’altra carta di credito o da un bancomat.

E’ predisposta anche per:
sviluppare programmi di fidelizzazione;
creare un proprio circuito offrendo a dipendenti, clienti e rivenditori in genere uno strumento di community, oltre ad essere un mezzo per avere accesso ad offerte esclusive.

Le Società di Lega Pro sono tenute ad aderire al Progetto “Tessera del Tifoso di Lega Pro”.

Si rappresenta inoltre che, ai fini della ripartizione degli introiti derivanti dai diritti audiovisivi, l’indice del bacino d’utenza, richiamato nel D.L. n.9 del 9/1/2008, e anche la ripartizione dei contributi, derivanti dalle iniziative marketing, verranno calcolati in considerazione del numero di tessere emesse per singola società.

Pubblicato in Firenze il 9 Agosto 2011


Tre righe per dire che con la TDT hai libero accesso agli stadi... poi marketing a go-go: (ste parole mi piacciono assai) clienti, ricariche, banche, poste, bollettini, prelevare contanti, visa, visa, visa, visa, visa, visa, visa, visa, visa, visa, visa, visa, visa, visa ecc... Ma la nostra passione si chiama pallone o si chiama istituti di credito!?


Contributi elargiti in base alle tessere emesse??? Qui potrebbe scattare il tesseramento selvaggio: per fare numero si potrebbe raccattare di tutto anche chi non sa manco cosa è uno stadio.

Società portate la tessera nelle banche, proponetela ai loro clienti e non ai tifosi, così ci guadagnerete.


peccato ( Very Happy ) che se fai la tessera ad andria ti danno una fotocopia di possesso della tessera, ma la tessera vera e propria non esiste

manu72
Navigatore
Navigatore

Numero di messaggi : 437
Data d'iscrizione : 19.04.09
Località : andria

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  NETIUM il Mer Ago 10, 2011 7:15 am

IO NON MI TESSERERO' MAI! sono tifoso di Andria e dell'andria da quando mio padre mi portava allo stadio mano nella mano...non esiste nessuna carta di credito che mi possa "fidelizzare" piu di quanto gia non lo sia...
NETIUM
NETIUM
Cannoniere
Cannoniere

Numero di messaggi : 714
Data d'iscrizione : 17.06.08
Età : 35
Località : ANDRIA

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  bender il Mer Ago 10, 2011 2:32 pm

LeoneRampante ha scritto:Le Società di Lega Pro sono tenute ad aderire al Progetto “Tessera del Tifoso di Lega Pro”.

Questa è DEMOCRAZIA!
bender
bender
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 3158
Data d'iscrizione : 15.06.08
Età : 43
Località : Andria - Bari

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  In The Main il Gio Ago 11, 2011 6:50 pm

CALCIO - UN PO' DI CURIOSITÀ CIRCA LA TESSERA DEL TIFOSO, UNA QUESTIONE TUTTA LOMBARDA
MC tifoandria.forumattivo.comac-perugia.net

11/08/2011 ore 19.51
(UJ.com) PERUGIA - Se date una "spulciatina" al sito dedicato alle carte della Fin Presto troverete delle cose abbastanza curiose. Coincidenze sicuramente. Intanto il tutto fa capo al gruppo ICBPI (Banche Popolari) presieduto dal Cav. Giovanni De Censi, già presidente del Credito Valtellinese. La Valtellina, in piena Lombardia, è la patria di un noto Ministro della Repubblica Italiana: Giulio Tremonti. Coincidenza curiosa. Altra coincidenza curiosa è che tra le Carte prepagate l'unica a non avere un costo per chi ne diventa possessore è quella destinata ai tifosi di una nota squadra lombarda, il cui presidente è anche il Primo Ministro della Repubblica di cui sopra: ovvero il Cav. Silvio Berlusconi.

Lombardo pure lui, come lombardo (Varese) è l'altro ministro che tanto ha fatto per l'istituzione delle suddetta carta, ovvero l'ex marxista - leninista Roberto Maroni. Insomma se siete tifosi milanisti, niente paura la carta non la pagherete. Non ci credete? Date un'occhiata al seguente indirizzo:
https://tifoandria.forumattivo.comtifoandria.forumattivo.comcarte-di-credito.net/Carta_Prepagata_Cuore_Rossonero
Gratuita se si sottoscrive l'abbonamento o se si acquista un biglietto di una partita del Milan fino al 30 settembre. Curiose coincidenze lombarde. Tanto per dire quella della Juventus ha un costo di attivazione di 15€. La Fin Presto dovrebbe avere un costo di emissione di 12 € (4€ per tre anni di validità). Staremo a vedere. Intanto 8€ sono a carico delle Società di calcio che li dovranno corrispondere alla Fin Presto. Ma perché quella dedicata ai tifosi rossoneri è gratuita?

E perché, nonostante il Ministro Maroni seguiti a parlare di fidelizzazione e di sicurezza negli stadi, di tutto questo non c'è traccia né negli stampati fatti firmare ai tifosi né nel sito della Fin Presto? Boh? Sia chiaro, noi la tessera l'abbiamo sottoscritta solo per poter rinnovare l'abbonamento, tanto alla nostra età, tra mutui, carte di credito, bancomat, conti correnti e tessera socio coop siamo ultra schedati e controllati. Ci domandiamo solo perché non sarebbe stato sufficiente richiedere un semplice documento per poter ottenere il rinnovo dell'abbonamento. Per le trasferte, invece sarebbe stato sufficiente, consentire la vendita dei biglietti presso gli uffici del proprio club, prenotandoli on line, per consentire alle forze dell'ordine tutti i controlli del caso, e riservando un settore dello stadio ai tifosi ospiti. Troppo semplice o poco remunerativo per qualcuno? Chissà?

https://tifoandria.forumattivo.comtifoandria.forumattivo.comumbriajournal.com
In The Main
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  In The Main il Lun Ago 29, 2011 7:59 am

Tessera del tifoso? Ci mangiano in tanti

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Immagi10


La Tessera del Tifoso è un business per i soliti pescecani, da Telecom Italia che ha stretto un accordo con 90 club di Lega Pro (ex serie C) per la fornitura del Tesserino e dei lettori mobili (RFID, quelli dello skypass) per i varchi degli impianti, a Banca Intesa San Paolo, cui è stata affidata l’emissione della tessera, e uno dei due gruppi bancari italiani più importanti.

Lo stesso istituto è nel patto di sindacato che regge RCS Mediagroup, cioè tutta una serie infinita di quotidiani come “Il Corriere della Sera” e soprattutto “La Gazzetta dello Sport”, il più venduto giornale sportivo, non a caso fortemente favorevole alla “Tessera del Tifoso”.

Nello stesso patto di sindacato è di Mediobanca la quota più significativa, ovvero di quel Cesare Geronzi ex patron di Capitalia, uomo e banca che nel calcio sono molto conosciuti visti i rapporti economici con alcuni presidenti travolti da scandali finanziari e debiti (Parma-Tanzi, Lazio-Cragnotti, Roma-Sensi).

Uomo molto vicino a Capitalia era Franco Carraro, che in passato ha fatto un pò di tutto, anche il politico, e che recentemente è stato presidente della FIGC e presidente di Mediocreditocentrale, banca facente parte appunto del Gruppo Capitalia.

In RCS troviamo anche il Gruppo Benetton: forse con la “tessera del tifoso”, Autogrill potrebbe offrire sconti per i tifosi in viaggio? O magari per restare in famiglia potrebbero esservi bonus con Autostrade e Grandi Stazioni s.p.a?

Ad essa è favorevole anche il presidente della Federcalcio Giancarlo Abete, fratello di Luigi Abete, vicepresidente dell’Associazione Bancaria Italiana e presidente della banca romana BNL.

Da Mediobanca a RCS, da Telecom Italia a Gruppo Benetton, da Intesa San Paolo a Berlusconi, la “tessera del tifoso” arricchisce i soliti noti pescecani, pronti a lucrare ulteriormente sul calcio rendendo sempre più commerciale ed individualistica la sua fruizione, a danno del suo carattere popolare.

https://tifoandria.forumattivo.comvecchiostampo.wordpress.com
In The Main
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  dj_miki il Lun Ago 29, 2011 10:28 am

avete notato la divisione nel settore ospiti di andria-paganese? erano divisi in due gruppi, uno dei quali aveva uno striscione con scritto:"tifosi non tesserati"

_________________
chi si accontenta gode, chi gode non si accontenta maiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
dj_miki
dj_miki
Admin
Admin

Numero di messaggi : 3557
Data d'iscrizione : 22.04.09
Località : ANDRIA

Visualizza il profilo http://www.futsalandria.it

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  In The Main il Mer Set 14, 2011 5:57 pm

Osservatorio spiazzato dalla card della Roma

09/09/2011 - di Forza Roma; Fonte: tifoandria.forumattivo.comforza-roma.com - tifonet.it

La Gazzetta dello Sport scrive che questa volta anche il legale di riferimento degli ultrà italiani e consulente della Roma in materia di ordine pubblico, ha preferito tenersi da parte sulla questione tessera del tifoso – Osservatorio.

L’AS Roma ha presentato una sorta di mini-abbonamento, una card elettronica valida per un pacchetto casalingo di 16 partite, acquistabile però senza tessera del tifoso. L’Osservatorio è rimasto spiazzato da questa strategia della società, perchè comunque viene violato il punto 4 del Protocollo d’intesa firmato a giugno col Ministero, quello che dice che «gli abbonamenti, compresi quelli per pacchetti di gare, potranno essere rilasciati solo ai possessori della tessera“.

L’Osservatorio ora teme che anche altre società potrebbero mettere a punto una strategia simile, quindi ha deciso di convocare la Roma settimana prossima per un vertice. C’è tempo fino al 23 settembre, giorno di inizio vendita della card, perchè il Ministero non arrivi a dichiarare invalida la card.
In The Main
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty FAQ (domande + frequenti) SULLA TESSERA:

Messaggio  bender il Gio Nov 24, 2011 4:18 pm

FAQ (domande + frequenti) SULLA TESSERA:



Per chi fosse vissuto su Marte questi ultimi 3 anni e non sappia cosa sia la tessera del tifoso ricapitolo le domande più comuni sul problema tessera che vengono poste in giro per internet e non solo.

D: Io non ho nulla da temere perché sono onesto e quindi mi tessero. Tu di che hai paura?

R: Premesso che in Italia stando alla costituzione qualsiasi pena deve tendere alla rieducazione (dice la corte costituzionale “in tutta la vita del momento penale” ovvero da quando ti processano al momento in cui hai scontato e devi re-inserirti nella società) la tessera è un problema non solo per via dei reati pregressi (chi ha commesso reati negli ultimi 5 anni non può tesserarsi) che di fatto INFAMANO chi li ha commessi impedendo la risocializzazione e discriminando, ma anche perché mi impedisce di potermi muovere liberamente nel territorio italiano e di assistere ad un evento sportivo, il quale è formazione sociale ove si svolge la mia personalità come recita l’articolo 3 della costituzione. Io non mi tessero perché se voglio andare in uno stadio ci vado e la mia residenza non è possibile motivo di discriminazione. La tessera lede numerosi miei diritti costituzionali, inoltre è un prodotto bancario non si capisce cosa centri ciò con la sicurezza negli stadi e soprattutto per quale ragione sono obbligato a diventare cliente della tal banca.

D: Ma la costituzione non dice che in particolari casi (sanità e ordine pubblico) può essere limitato il diritto alla circolazione?

R: Si, però la corte costituzionale (per altro copiando una sentenza della corte di giustizia europea) ha chiarito che la limitazione che richiama la costituzione deve avere 3 requisiti ed essi devono sussistere CONTEMPORANEAMENTE:

1) Il provvedimento deve essere temporaneo: come la stessa corte ha spiegato un provvedimento reiterato sempre a scadenza(vedi l’ordinanza del questore/prefetto/CAMS che ti vieta la trasferta ogni domenica) va considerato come continuato. Massimo 48 ore sostengono molti esperti di diritto.

2)L’evento che giustifica la limitazione deve essere imprevedibile: anche qui, le partite a rischio possono essere individuate non il giovedì prima come fa il CAMS ma quando vengono stilati i calendari ad agosto.

3)Non deve esistere un altro modo per evitare il problema: penso che la questione si commenti da sola. Il fatto che il ministro Maroni chiuda gli stadi è emblematico del fatto che è assolutamente incapace a gestire l’ordine pubblico.

D: Se è davvero incostituzionale perché non è mai arrivata nessuna pronuncia della corte?

Questo è un punto fondamentale. LA TESSERA NON E’ UNA LEGGE E’ UNA CIRCOLARE AMMINISTRATIVA. Le circolari sono degli “inviti, pareri o opinioni” che il ministro o il dirigente fa al suo ufficio. Stessa identica cosa della circolare del preside quando comunica che ci sta lo sciopero degli insegnanti, non vincola nessuno nemmeno gli stessi dipendenti del ministero. Maroni (ricordo essere un avvocato) sa che se dovesse fare una legge questa sarebbe spazzata via completamente dalla corte costituzionale in pochi mesi. Pertanto non è impugnabile ne sottoponibile a qualsivoglia referendum come recentemente sull’onda dei successi referendari ho avuto modo di leggere. In teoria l’unica cosa impugnabile è il provvedimento del CAMS o del questore. Considerando che un processo amministrativo dura circa 2 anni avremo la pronuncia del TAR su Ascoli-Pescara del 2011 nel 2013, impossibile.

D: Ma se non vincola i dipendenti del ministero perché questori e prefetti la richiedono?

Soprattutto gli organi di polizia essendo organi militari non hanno “autonomia decisionale” vera e propria. Se il ministro ha dato una via di indirizzo o ha richiesto di comportarsi in questo modo (se non sottoscrivono la tessera chiudete gli stadi) si rispetta e basta (è insito nel modello organizzativo del ministero degli interni). Inoltre le poche volte che aprono le trasferte succedono incidenti per via del fatto che non sono capaci a gestire l’ordine pubblico ( vi ricordate Pescara-Roma e l’AGIP? Lo sapeva persino un bambino che sono 10 anni che fanno a mazzate li, tranne ovviamente chi di dovere e i risultati li ricordiamo tutti) e quindi tendono i vari responsabili tipo questore e prefetto a non assumere responsabilità e utilizzare meno uomini risparmiando denaro. Potranno sempre populisticamente vantarsi come fa Maroni di aver ridotto incidenti e spesa pubblica. Tanto per rimarcare il motivo che è la circolare è seguita dal ministero degli interni per via della sua struttura possiamo prendere l’esempio del ministero dell’economia e delle finanze. I pareri del ministro su come vanno applicate le norme sulla tassazione non vincolano nemmeno i dirigenti a livello comunale (la singola agenzia delle entrate) figurarsi a livelli apicali (i dirigenti nazionali).

D: Ma se non vincola nessuno addirittura dentro lo stesso ministero perché le società perdendo abbonamenti la rendono obbligatoria?

Anche qui è importante spiegarlo. Numerosi dirigenti di varie società (Samp,Roma,Lazio,Palermo,Parma e persino Lucchesi, il DS del Pescara l’anno scorso) hanno denunciato un fatto molto particolare: visto che i tifosi non volevano tesserarsi si stavano inventando altri sistemi (stock di biglietti a Pescara) per sostituire nei fatti l’abbonamento quando di colpo hanno smesso tutti. Perché? Lucchesi è stato chiarissimo quando accennò alla questura. Come spiegato da Report (guardatevi quella cavolo di puntata) se non si adotta la tessera la questura/prefetto su ordine del Mordipoliziotto Maroni adducendo presunti problemi di ordine pubblico chiude lo stadio (anche con la tessera ci vanno i non tesserati comunque, i problemi sono solo pretesti per celare un ricatto). Le società si sono cacate sotto e di fatto mantengono in vita questo schifo. Aggiungiamoci poi che molti presidenti, dirigenti o altro non capiscono una fava di diritto ne tantomeno di diritto amministrativo per cui sottoscrivevano e basta pensando che fossero obbligati. Possiamo indicare ad esempio per dimostrare quanto sia profonda l’ignoranza di tali soggetti il vicepresidente di B Abodi che sulla tessera ha testualmente detto nel settembre 2011 “Mi dispiace per i problemi della tessera […] ma la legge è legge e va rispettata. […] spero che la tessera possa essere usata di meno come tessera bancaria” (come se fosse possibile scindere la banca dalla tessera)

Personalmente ritengo che il comportamento del ministro configuri reato di abuso d’ufficio, ma non sta a me indagare.



D:Maroni prima di introdurre la tessera dichiarò che le banche semplicemente dovevano rilasciarla e si facevano giustamente pagare i costi di “fabbrica”. Quindi la tessera non è un prodotto bancario?

Falso. La tessera è un prodotto bancario e Maroni lo sapeva benissimo. Tanto per darvi un idea il TAR recentemente ha sentenziato che non è pratica occulta della tessera il farvi clienti della banca perché è una cosa talmente evidente che solo un idiota potrebbe non accorgersene (detto in termini più giuridici ed eleganti ma la sostanza è quella). Del resto che le banche siano il burattinaio dietro la tessera è evidente: il fratello del presidente della FIGC è il presidente delle banche italiane, il capo del governo che ha nominato Maroni è proprietario della banca che rilascia le tessere del Milan sempre di sua proprietà, il quale ne ha regalate 300 mila ai vari Milan club, il quale stesso si avvantaggia dallo svuotamento degli stadi possedendo 1 delle 2 pay tv italiane e così via. Questo schemino aiuta a farsi un idea:

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Schematessera



D: Io mi tessero perché senza abbonamento non riesco a far fronte alle spese

La cosa importante è rimanere ideologicamente contro lo schifo della tessera. Per chi si fosse “pentito” è anche possibile disdirla (le tessere relative al calcio sono in calo di quasi 7mila unità nel corso dell’anno!!! Solo a Roma ne hanno disdette 2 500). Non sta a me giudicare se i propri diritti valgono una partita di pallone. Per quanto mi riguarda no.

D:Ma io sono favorevole alla tessera anche nei luoghi dove staticamente è più probabile che si commettano reati (discoteche).

Uno stato che vieta non fa la libertà dei cittadini. I divieti in diritto delimitano l’area di quello che non puoi fare e se il non fare diventa più del fare non sei un uomo libero. Una tessera che ti permetta di accedere ai vari luoghi in base alla fedina penale oltre a essere incostituzionale ti renderebbe un cittadino non più libero ed è un provvedimento comunque già visto e rivisto: ad esempio in Corea del Nord, notorio paese democratico, per accedere a determinati incarichi o a determinate manifestazioni è necessaria una sorta di tessera del partito molto simile a quella del tifoso. Unica differenza? Quella del partito non è un prodotto bancario. Il resto è uguale, chip tracciante e database sulla fedina penale.

Infine proprio perché sei favorevole che non dovresti accettare l’idea che un pregiudicato possa decidere ciò che puoi o non puoi fare considerando che con la tessera del parlamentare lui il parlamento lo vedeva col binocolo.

Un ultima osservazione. Se oggi le discoteche sono diventate così violente è anche perché l’area della violenza che è sempre stata riversata nella guerra, dagli anni 60-70 era nelle piazze si è trasferita prima negli stadi e successivamente dal periodo della repressione brutale a partire dal 2005 si è spostato nei luoghi privati (pub, discoteche ecc). Personalmente ritengo che lo “sfogo” della persona società sia inevitabile come dimostrano tutte le società anche avanzate e democratiche. La scelta è solo se preferire gli scontri di piazza con le pistole come negli anni di piombo, le coltellate nelle discoteche o se preferire gente che urla e canta accendendo fumogeni dentro uno stadio in giorni precisi con orari precisi con partite nelle quali sai già prima se ci sono rischi o meno. La conflittualità sociale non è cancellabile ma è controllabile, non a caso in Inghilterra per combattere il fenomeno dei casual/cani sciolti favoriscono in tutti i modi trasferte di “massa” o creazioni di gruppi visto che le firm inglesi sono molto lontane dall’essere gruppi ultras. In Italia facciamo esattamente il contrario.

D: Maroni parla di modello inglese. A me piace e io credo che sia la strada giusta. Non a caso la tessera esiste pure in Inghilterra no?

Sul punto esiste una disinformazione enorme. Prima cosa la tessera del tifoso modello Maroni è stata proposta dal ministro della giustizia dell’epoca Thatcher per rispondere alla violenza hooligan. Le polemiche che ne seguirono furono talmente grandi che il ministro propose le dimissioni (poi respinte) e il conseguente abbandono del progetto. Per un inglese una schedatura di quel tipo era qualcosa di inconcepibile.

Maroni spesso si richiama alle tessere inglesi che sono qualcosa di completamente diverso. E’ possibile avere un quadro dettagliato della faccenda anche leggendo l’intervista all’inventore di queste tessere (CLICCA QUI).

In sostanza la tessera inglese è un prodotto della società calcio, ed è simile alla tessera del supermercato. Sono le loyalty card (loyal è un termine che richiama la fede quasi religiosa più che la “fidelizzazione” maroniana). Queste tessere garantiscono sconti sui treni per i tifosi (ve li ricordate vero? che bei tempi! ), sconti sui prodotti della società, sconti sugli abbonamenti, diritti di prelazione e diritti di fedeltà nel senso che ad esempio dopo X anni di abbonamenti ininterrotti te ne regalano uno o magari come nel caso del Manchester United arrivando a X punti fedeltà puoi assistere agli allenamenti a bordo campo, ad una partita, alla cena coi giocatori e cose del genere. Le tessere ovviamente non sono prodotti bancari e non prevedono motivi ostativi di carattere penale (anche se sappiamo che il DASPO è un provvedimento amministrativo come la multa del vigile urbano)

D: Ma anche in Inghilterra esiste il DASPO, si chiama BAN from X (eventi sportivi o altro).

La differenza è questa: il BAN Inglese viene comminato dal giudice unico soggetto che nello stato di diritto può decidere una cosa del genere, mente in Italia il 90% dei DASPO è comminato dalla questura senza processo e senza contraddittorio ma sulla base di presunzioni (che come detto sopra 8 volte su 10 sono sbagliate). Il restante 10% dei DASPO comminati dai giudici sono assolutamente legittimi e nessuno li ha mai criticati perché arrivano dopo processo penale.

D: Ma la corte costituzionale non ha salvato il DASPO?

La questione non è esattamente così. In sostanza la corte costituzionale essendo un “giudice delle leggi” spesso interviene e modifica quanto il parlamento sovrano eletto dal popolo (prima della porcellum) decide. Il suo ruolo è molto delicato e spesso in materia penale la corte per non contrastare con leggi del parlamento “salva” obbrobri giuridici nel senso che evita di pronunciarsi. Questo atteggiamento viene molto criticato dai docenti di diritto che definiscono la corte in materia penale “pavida”. La corte evita di pronunciarsi perché, in particolare sulla scelta di come reprimere fenomeni criminali, il ruolo del parlamento è centrale ed essa evita di sostituirsi. Per quanto strano il dato giuridico è questo, ma da qui a dire che il DASPO delle questure sia costituzionale ce ne passa. Basta aprire un qualsiasi manuale di diritto penale o di diritto penitenziario qualora ne trattino.

D: Vabbé ma tanto la tessera la faccio e poi la dimentico nel cassetto e col cavolo che mi chippano.

Quest’anno si, dal 2012-2013 la tessera andrà passata nei vari scanner prima di entrare nello stadio. Se casualmente il giovedì prima hai ricevuto una condanna di qualsiasi tipo il database già citato essendo aggiornato in tempo reale non ti farà entrare. Con una bella X rossa e tanti saluti ai soldi dell’abbonamento/biglietto.

D: Ma come qualsiasi reato? Non si parlava di solo di DASPO?

E’ vero ma non è così. Oltre al DASPO già citato la circolare quando espone i motivi ostativi al rilascio parla di una serie di reati (coloro che siano stati condannanti, anche in primo grado, per reati c.d. da stadio si legge sul sito del ministero) di cui rimanda ad altra normativa per la definizione. Il rimando continua per due normative che si richiamano tra di loro di seguito (in diritto penale questo fenomeno è chiamato richiamo a cascata ed è uno dei motivi per cui il nostro codice penale è confusionario, perché per vedere un reato il codice penale non basta). Dopo questi richiami (i passaggi sono 3) l’ultima normativa del 2003(se la memoria non mi inganna) cita come richiamo specifici articoli del codice penale. Risultato? Circolare–> normativa A —> normativa B —> normativa C —> Codice Penale. Vengono citati determinati articoli del codice motivo per il quale il fatto di “averli commessi durante manifestazioni sportive” non esiste. Reati come resistenza a pubblico ufficiale, diffamazione (mandi dove merita il datore di lavoro, la suocera, il vicino, tua moglie dalla quale stai divorziando ecc.) e cose del genere risultano ostative al rilascio della tessera. A conferma di ciò possiamo verificare come nel codice di procedura penale esista una specifica di questo tipo per un rito alternativo (nello specifico il processo per direttissima) dove specifica gli articoli X,Y,Z purché la violazione della norma penale “avvenga in occasione di manifestazioni sportive”; locuzione che nel nostro codice penale costituisce soltanto un aggravante….

D: Io sono una persona onesta. Non ho paura di DASPO ne di qualsiasi altra condanna penale.

In media ogni anno capitano 5-6 casi nei quali il DASPO viene comminato a persone assolutamente estranee al calcio, che probabilmente non hanno nemmeno mai messo piede in uno stadio. Il caso più famoso è stato quello del ragazzo di Roma con la felpa rossa, sottoposto a DASPO immediato (poi per via del caos mediatico prontamente tolto dal questore) ma anche di un suo omologo con la felpa gialla a Parma recentemente.

Inoltre 8 DASPO su 10( 80%) di quelli comminati dalla questura terminano con una assoluzione o una archiviazione. Quindi è possibile sostenere che anche se fossi onesto esiste un rischio molto alto che tu venga colpito da DASPO e te la prenda a quel posto ugualmente. E nemmeno disertare lo stadio può salvarti.

D: Ma se ci tesserassimo tutti la tessera fallisce, o no?

La questione del tesserarsi è fondamentalmente una questione di difesa dei nostri diritti costituzionali. Oltre a questa battaglia di principio che dovrebbe riguardare tutti, indipendentemente dal calcio, un tesseramento di massa è il viatico per l’applicazione dell’art. 9 del decreto Amato. In sostanza quello che vuole fare Maroni in via indiretta senza ricorrere alla normativa Amato (l’articolo è di una legge ed è impugnabile alla corte costituzionale che lo spazzerebbe via).

D: Ma visto che in concreto non è una legge che possiamo fare?

Siamo praticamente privi di tutela giurisdizionale. L’unico sistema è agire per altre vie….



COSA FARE….

E’ inutile fare proclami sulla diserzione di massa che è nei fatti utopistica (anche se avrebbe sicuro effetto ma dovrebbe coinvolgere tutti…), bisogna trovare una strada alternativa:

1)Ricorso alla corte dei diritti fondamentali europea:

Troppo lungo, troppo costoso e non vincola gli stati

2)Intervento della FIFA e del UEFA:

Intervengono solo se la politica controlla le strutture del calcio (FIGC). Più che ritenerla una porcata come ha detto Platini e renderla nulla per Uefa e Champions non possono fare. Anche perché Berlusconi quando si è insediato nell’ultimo governo non ha voluto il ministero dello sport (per ovvie ragioni di convenienza ovviamente, senza l’intervento politico che ridistribuisse i calderone degli introiti tra tifosi, abbonati e pay tv 33% ciascuno come in Inghilterra le pay tv che forniscono il 90% degli introiti possono permettersi di pretendere lo spezzatino, la B al sabato e così via con grande interesse e guadagno di Sky e Mediaset con la quale il ciclo di interessi si chiude).

3)Caduta del governo: è relativo per due ragioni, primo perché è possibile che la coalizione futura di Maroni qualunque essa sia vinca le elezioni e il futuro ministro dello stesso partito prosegua su questa linea secondo perché poco cambia tra destra e sinistra (Pisanu il biglietto nominativo e Amato gli striscioni per intenderci)

4) Convincere le società: ecco forse questa è l’unica soluzione possibile…



LA SOLUZIONE

Informare, informare, informare. Non esiste alternativa. Se i tifosi organizzati non spiegano alle loro società A-B-C1-C2 almeno cos’è la tessera non ne usciremo più. L’anno prossimo le società non devono firmare il protocollo e non lo faranno perché sapranno cos’è. Ma se non siamo noi i primi a fare qualcosa per spiegargli la faccenda il prossimo anno, se Maroni non cambia idea cosa di cui dubito, il calcio è finito. La Roma sta facendo la battaglia legale ma dietro di lei devono esserci tutte le altre società piccole e grandi (escludendo le 3 big per ovvie ragioni). Io sogno e immagino il prossimo anno 3 società che firmano e le restanti che si rifiutano. Si romperebbe il muro del silenzio-assenso delle varie società e si darebbe un modello da seguire agli altri tifosi in Italia.

Anche perché ho i miei forti dubbi che potremmo avere una possibilità ulteriore dopo la prossima estate.

Dopo la tessera dovranno spiegarci perché gli striscioni sono pericolosi e quando finisce il periodo di emergenza sicurezza in vigore da quasi 8 anni(tanto per richiamare il concetto espresso sopra della temporaneità dei divieti), a che servono i biglietti nominali, perché non si può comprare per i tifosi di casa il biglietto al botteghino il giorno della partita evitando i costi di prevendita, perché non è possibile comprare i biglietti su internet per chi non si può recare allo stadio abitando fuori, perché il megafono non può entrare, perché i tappi delle bottiglie sono pericolosi, perché i tamburi danno fastidio, perché le bandiere grandi (come succede a Pescara) creano problemi di sicurezza non ben specificati, perché un tifoso della squadra che abita nella città della trasferta può recarsi allo stadio e l’altro no e così via.

Un piccolo passo per riprenderci il calcio, quello vero non quello B-Win.

NO ALLA TESSERA!
bender
bender
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 3158
Data d'iscrizione : 15.06.08
Età : 43
Località : Andria - Bari

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO - Pagina 25 Empty Re: NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 25 di 28 Precedente  1 ... 14 ... 24, 25, 26, 27, 28  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum